Serie A e... dintorni

SERIE A – ROMAGNOLI REGALA PUNTI. SI RISVEGLIANO JOAO MARIO E BELOTTI. CHIEVO NEL BARATRO

05.11.2018 09:52

Termina anche l’undicesima giornata senza cambiamenti nella testa e nella coda del campionato. La Juventus resta saldamente prima, inseguita da Inter e Napoli appaiate al secondo posto, e da Lazio e Milan, a pari merito per la zona Champions. La Roma pareggia Firenze, mentre il Chievo prosegue la sua crisi senza fine.

 

Venerdì sera apre le danze il Napoli. 5-1 pirotecnico al San Paolo con tripletta di Mertens, Milik e Insigne per i padroni di casa, e l’illusorio 2-1 di Caputo.

Al sabato, è subito show Inter sul Genoa, con 5 reti ad opera Gagliardini(2), Joao Mario, Politano e Nainggolan.  Risponde immediatamente la Juve che nel serale, batte il Cagliari 3-1 con molti rischi. Segna subito Dybala, pareggia Joao Pedro, Bradaric sbaglia porta, e la chiude Cuadrado nel finale.

Al pomeriggio è 1-1 fra Fiorentina e Roma. Veretout non sbaglia un rigore generoso, acciuffa il pari Florenzi su corta respinta di Lafont.

La domenica inizia con il 4-1 della Lazio sulla Spal. Immobile segna per primo, Antenucci l’acciuffa, poi nuovamente Immobile, Parolo e Cataldi, calano il poker.

Alle 15:00 accade di tutto. Il Torino annienta la Sampdoria a domicilio per 4-1(doppio Belotti, Izzo e Iago Falque, inutile Quagliarella), il Sassuolo vince 2-0 a Verona con reti di Di Francesco e la complicità di Giaccherini che sbaglia porta e di petto supera Sorrentino. 0-0 con poche emozioni, salvo il rosso a Stulac, fra Parma e Frosinone.

Alle 18:00 l’Atalanta vince ancora espugnando Bologna. Vantaggio lampo di Mbaye, ripreso da Mancini e ribaltato da Zapata.

Nel posticipo, il Milan sembra averci preso gusto, e batte i friulani 1-0 con un gol di Romagnoli al 96, mantenendo il passo della Lazio.

 

Baldo D’Angelo

Commenti

Basket - C Gold: Taranto giganteggia, Castellaneta respira
11 e 25 novembre: due imperdibili appuntamenti di sport alla Fattoria Pedagogica Scasserba