Calcio a 5 Femminile

Corim Città di Taranto, lo spareggio è tuo! La salvezza in A2 ha il sapore di uno scudetto

Al termine di una gara emozionante e in un Palafiom stracolmo, le rossoblu battono 3-2 la Futsal Reggio e conservano la prestigiosa serie nazionale. Liotino:"Ha vinto la nostra passione e l'amore per questa città. Una dedica speciale a Caramia"

13.05.2018 18:18

La Corim Città di Taranto ce l'hA fatta! Il sodalizio rossoblu di futsal femminile batte per 3-2 la Futsal Reggio nella gara di ritorno del play-out del girone D di serie A2 e conserva la prestigiosa serie nazionale conquistata la scorsa estate.

Gara ricca di emozioni in un Palafiom stracolmo. La gara si mette subito bene per le padroni di casa, con il gran gol di Giliberto che da terra beffa il portiere avversario con una conclusione imparabile. La prima frazione di gioco, però, si conclude con un'espulsione evitabile di Bergamotta per doppio giallo: si va al riposo sull'1-0 ma con la consapevolezza di dover iniziare la ripresa con una calcettista in meno.

E l'inferiorità numerica si fa sentire subito ad inizio ripresa: Reggio pareggia e, ristabilita la parità numerica, riesce addirittura a portarsi in vantaggio. Il 2-1 porterebbe la gara all'extratime e c'è chi in tribuna rivede gli spettri del campionato regionale.

Ma la grande dote della Corim Città di Taranto è il cuore e, pur non sfruttando la temporanea superiorità in campo (doppio giallo anche per una calcettista ospite) riesce a portarsi sul 2-2. E la copertina di giornata è tutta per Enore Abure, che toglie dal cilindro un'imparabile conclusione di destro, dopo essersi brillantemente girata e liberata dell'avversaria.

Reggio gioca la carta del portiere in movimento negli ultimi sei minuti e si rende pericolosa in paio di circostanze nella quale Linzalone conferma di essere tra i migliori estremi difensori del campionato. Il sigillo conclusivo è però di Scarcia, che con un tiro di punta che conclude la sua folle traiettoria nel sette mette la parola fine alla contesa.

Alla fine è 3-2 ed è grande festa per Taranto, una festa per una permanenza più che meritata per quanto visto in questa stagione.

"Hanno vinto la passione e l'amore per la nostra città - commenta coach Vito Liotino a fine gara - non posso che essere orgoglioso di questa squadra, di questa società, di chi ha creduto in noi sin dal primo momento. Non potevo pensare di festeggiare meglio il mio quarantesimo compleanno. Una dedica? E' semplice: alla nostra meravigliosa Maria Caramia, che aspettiamo prestissimo. E alla mia famiglia e ai tifosi: sono davvero felice".

"Salvezza meritatissima, le ragazze sono state fantastiche - il pensiero del presidente Gianni Marsico - giocando con il cuore, restando concentrate anche nei momenti più complicati dell'incontro. Faccio i complimenti a tutti, in particolare al coach Liotino che quest'anno spegne sulla sua torta delle candeline davvero speciali. La salvezza di quest'anno ha il sapore di uno scudetto, ma l'anno prossimo vogliamo migliorarci".

 

Commenti

Altamura - Taranto, la vignetta di Zaza. Portiamo a casa... pane e vittoria
Esame Semifinale superato dal Taranto