Basket Maschile

Basket - I primi colpi da B del CUS Jonico Taranto

07.06.2020 11:00

Ferdinando Matrone - Bruno Duranti

 

Sarà un'estate a dir poco frenetica all'ombra del PalaFiom. Mai come quest'anno, il CUS Jonico Taranto ha intenzione di stupire, a maggior ragione se la prossima annata cestistica sarà nuovamente in Serie B.

Dopo la conferma di coach Davide Olive, la seconda ufficialità ha riguardato ancora lo staff tecnico, che vedrà ancora in panchina l'assistente Claudio Carone.

Ma sono in dirittura d'arrivo le prime due vere novità in seno al roster. Stanno arrivando infatti le firme dei primi due cestisti che vestiranno la canotta rossoblu: il primo, di cui è stato accennato già diversi giorni fa, è Ferdinando Matrone, 210 cm, classe ’95. Cresciuto a Scafati, ha militato due anni a Cagliari in A, mentre ha vissuto la B a Napoli e Maddaloni, prima dell’ultimo anno a Sant’Antimo, chiuso con 15.6 punti e 9.7 rimbalzi di media. Il centro campano firmerà un contratto di un anno, con opzione per la stagione successiva.

Il secondo tassello sarà Bruno Duranti. 27 anni, 197 cm, ala molto fisica ed atletica, oltre che versatile (può occupare lo spot di 3 e 4), gran difensore e con spiccate doti offensive, ha accumulato esperienza in categoria tra Palestrina, Stella Azzurra Roma, Salerno, Lamezia e Campli. C'è l'accordo per un anno con l'italo-brasiliano proveniente dl Green Palermo, con cui ha concluso il campionato con 13.7 punti e 5.3 rimbalzi a partita.

Dopo sarà il turno del playmaker Nicolas Stanic, la cui operazione è ormai in conclusione, manca solamente la parte burocratica. In valutazione anche il profilo di Antonio Ruggiero, esperta guardia di 190 cm, già compagno di squadra di Stanic a San Severo e Chieti. Per lui l'ultima annata parla di 15.9 punti e 4.7 rimbalzi di media. Sul fronte under, invece, tentativo del direttore sportivo Vito Appeso per l'ala serba di formazione italiana Bogdan Milojevic (22 anni, 200 cm, chance di conferma a Firenze, piace anche ad Empoli).

Pian piano iniziano a scoprirsi le carte anche dal punto di vista societario. Da quest'anno, per le prossime tre stagioni, sarà René De Picciotto, ex banchiere italo-svizzero, a finanziare, in qualità di sponsor, progetti del CUS Jonico. Già azionista del Lecce, l'imprenditore nel campo immobiliare ha rivolto il suo sguardo verso la Città Dei Due Mari, lasciandosi coinvolgere dal mondo della palla a spicchi.

Commenti

Coronavirus: Il bollettino nazionale del 6 giugno. -1099 guariti. 293 in terapia intensiva
Fabio Grieco: 'Taranto? Non scorderò mai i 13000 con l'Arezzo'