Scherma

"La scherma è uno sport completo che forma il fisico e favorisce la crescita dell'atleta"

Parola di Antonella Putignano, presidentessa del Club Scherma Taranto, unica società schermistica del territorio: "I genitori sono fondamentali. La nostra arma vincente? La direzione tecnica del maestro Bory Barrientos"

Matteo Schinaia
03.09.2020 18:29

Antonella Putignano, presidentessa del Club Scherma TarantoPresidente, dal primo settembre è finalmente iniziata la nuova stagione del Club Scherma Taranto, l'unica società di scherma di Taranto e provincia. Con quali obiettivi vi affacciate a questa nuova annata?

Effettivamente abbiamo atteso l'inizio della nuova stagione agonistica con grande trepidazione e voglia di riprendere le attività che per l'emergenza Covid sono state bruscamente interrotte lo scorso marzo. E ovviamente tutta le competizioni sono state annullate. Pertanto affrontiamo la stagione con la voglia di riscatto e di riprendere da dove avevamo lasciato. La Federazione italiana scherma ha elaborato per questa stagione una formula di gara che prevede delle prove che si svolgeranno a livello interregionale, per evitare trasferte, al fine di qualificarsi per il campionato Nazionale, ma risulterà essere ancora più impegnativo per gli atleti ottenere uno dei pochissimi posti di qualificazione riservati alla Puglia. Pertanto il Tecnico Camilo Bory Barrientos ha già avviato una programmazione di allenamento finalizzato al potenziamento dei nostri ragazzi che saranno impegnati in questa stagione tanto straordinaria quanto difficile.

Qual è stata la risposta dei tesserati a questa prima settimana di prova, che avete offerto in maniera totalmente gratuita per far conoscere questa meravigliosa disciplina?

Con grande gioia abbiamo ripreso gli allenamenti con i nostri atleti agonisti, ma ancora di più siamo felici di accogliere chi si voglia accostare alla nostra disciplina. Abbiamo cominciato da questa settimana ad avere nuovi aspiranti spadaccini, ma auspichiamo di aumentare sempre più per trovare il campione del futuro. Infatti per chi vorrà sarà sempre disponibile fare la settimana di prova gratuita.

Consigli per i genitori: perché la scherma e non un altro sport?

Tendenzialmente quando si deve scegliere lo sport da far fare ai propri figli si guarda prevalentemente allo sviluppo fisico e poco si tiene in considerazione l'aspetto mentale delle varie discipline sportive.
Nella scherma, sicuramente lo sviluppo fisico è assicurato con un percorso di preparazione atletica per sopperire al lavoro asimmetrico. 
Ma ciò che mi preme sottolineare è che l'aspetto mentale è molto sviluppato. Stando in pedana si impara ad incanalare i propri istinti e controllare i propri movimenti,  ma seguendo regole precise per arrivare a mettere la stoccata. Si sviluppa la creatività, poiché bisogna essere in grado di trovare velocemente soluzioni in continuo adattamento alle mosse dell'avversario. 
Si ottiene una costanza e una perseveranza senza eguali alla ricerca del miglioramento tecnico.
Dal punto di vista fisico si hanno miglioramenti  nella coordinazione, nella reattività e nella prontezza di riflessi.
Fare scherma ha ripercussioni anche dal punto di vista psicologico: bisogna saper accettare le sfide, le vittorie e le sconfitte. Bisogna saper rispettare l'avversario.
Insegna inoltre il rispetto delle regole e della disciplina.
Pertanto si può definire la scherma come uno sport completo che forma il fisico, ma che favorisce la crescita dell'atleta anche a livello personale.

Anche quest'anno vi avvarrete della professionalità e dell'esperienza di Camilo Bory Barrientos, un autentica istituzione mondiale di scherma. Cosa significa per il vostro club avere un tassello così importante?

Dal 2008 il Club Scherma Taranto ha l'onore di avvalersi come responsabile Tecnico di un'eccellenza sportiva di livello mondiale come appunto il maestro Bory che ha saputo negli anni trasmettere ai ragazzi non solo la sua esperienza tecnica e di atleta professionista, ma la sua prerogativa principale è  quella di attrarre i ragazzi instaurando relazioni che vanno oltre il rapporto maestro/atleta. 
Dal suo arrivo a Taranto dalla sua bellissima Cuba, il percorso del Club Scherma Taranto è  significativamente migliorato, sia in termine di numeri di tesserati, sia in termini di successi sportivi. Ci auguriamo pertanto che continueremo a collezionare risultati sempre più ambiziosi grazie alla sua collaborazione.

Il club milita nel torneo di A2 maschile e ha collezionato medaglie a livello interregionale e nazionale: qual è il segreto di quest'associazione?

La nostra arma vincente è sicuramente la direzione tecnica del maestro Bory che ripeto, non solo è un'eccellente maestro di scherma, ma ha saputo impostare gli allenamenti all'insegna del gruppo e della collaborazione.
In effetti da quando sono Presidente di questa società ho immediatamente sposato questa visione di gioco di squadra, perché nella scherma pur essendo uno Sport individuale, siamo convinti che i risultati del singolo  si ottengono con la collaborazione di tutti. Ed in effetti ogni qualvolta un atleta  conquista il podio viene sì festeggiato, ma il merito viene equamente assegnato ad ogni compagno di sala che lo ha aiutato a prepararsi per quella competizione. 
Inoltre, in questo gioco di squadra che ci sta portando successi sono chiaramente da nominare anche i genitori, perché anche loro hanno un ruolo fondamentale affinché noi possiamo svolgere il nostro lavoro al meglio, con la loro disponibilità e la condivisione dei nostri progetti.

Un'ultima battuta sulla struttura che vi ospita, all'interno di Parco Cimino: accogliente, funzionale, nell'unico vero polmone verde della città.

Dal 2016 siamo ospiti delle strutture del Gruppo sportivo della Polizia Locale di Parco Cimino e ne siamo molto felici. Riuscire ad avere la sala scherma all'interno di una bellissima pineta che possa permettere di fare preparazione atletica all'aperto durante le belle giornate che la nostra splendida città ci regala è un privilegio di cui ringraziamo in modo particolare Antonio De Cicco e Gianni Russo che costantemente supportano la nostra attività.
Ci piacerebbe che anche con la nostra collaborazione le strutture di Parco Cimino diventino sempre più una importante realtà sportiva del territorio jonico.

Commenti

Coronavirus: Il bollettino nazionale del 3 settembre.1387 casi su 92790 test
Mercato: Ecco la nuova squadra di Mauro Gori