Taranto F.c.

Max Cejas: 'Pagni può dare tanto alla causa rossoblù'

L'ex centrocampista del Taranto a Tutto Sport Taranto: 'Ricordo con piacere il gol che realizzai all'Ancona'

17.06.2020 14:28

DI ALESSIO PETRALLA

E' stato uno dei beniamini dell'era Blasi, l'ormai ex centrocampista rossoblù Max Cejas che a Tutto Sport Taranto commenta così il campionato di serie D/H: "Le prime classificate della serie D sono salite mentre le ultime quattro sono retrocesse: è ingiusto anche perchè se penso che anche alcune squadre del professionismo come Vibonese e Modena hanno rinunciao a giocare per l'impossibilità di pagare i tamponi, fiduriamoci nel dilettantismo. Alle ingiustizie, però, siamo abituati. Tante squadre se la potevano ancora giocare".

SERIE D/H: "Il Foggia era a meno un punto dal Bitonto con lo scontro diretto da giocare: quindi mi domando perchè non scendere in campo? Non è giusto. Il girone H è il più competitivo anche per la presenza di piazze storiche come Foggia e Taranto che non meriterebbero neanche di stare in terza serie. Poi, c'era il Cerignola che ha investito tanto e stava risalendo. Ogni anno esce una sorpresa come quest'anno il Bitonto".

IL TARANTO: "E' una piazza, purtroppo, molto sfortunata con società che ogni anno allestiscono squadre forti per vincere. A volte i calciatori sentono le pressioni addosso: negli ultimi anni è così. In riva allo Ionio si deve vincere per forza e chi arriva ne è consapevole".

PAGNI: "E' un ds che ha tante conoscenze e grande esperienza. Sicuramente, darà una grossa mano alla causa. Si tratta di una figura importante".

CEJAS: "Sto lavorando in ambito assicurativo e mi sono allontanato, un po', dal calcio. In precedenza ho avuto esperienze con dei bambini. Vediamo cosa succederà la prossima stagione".

LA RIPRESA: "A prescindere dalla situazione degli spettatori allo stadio sarà fondamentale vedere e capire la situazione dell'epidemia. Ho parlato con amici che giocano in serie C che mi hanno detto che stanno facendo, addirittura, sette tamponi al mese. Vedremo cosa succederà nelle seri minori".

AMARCORD: "Di gol, con la maglia del Taranto, ne ho fatti pochi. Voglio ricordare quello realizzato all'Ancona che valse il 4-3: è rimasto nella storia ed è stato molto bello. Ci permise di disputare i play off in una gara che si era messa male".

Si ringraziano:

 

 

 

Commenti

Coronavirus: Il bollettino della Puglia del 17 giugno. 2661 test e nessun positivo
Prescrizioni AIA, il Comune di Taranto contrario alle dilazioni richieste da ArcelorMittal