Pallavolo Maschile

Volley/M U16: La Vibrotek lotta ma perde a Bari

11.04.2019 20:20

Nonostante il ko per 3-0 nella prima di due sfide in questa fase regionale, i ragazzi dell'under 16 della Vibrotek Volley Leporano si sono ben comportati in terra barese. Nei tre set, tranne ad inizio terzo (sotto di 10 punti con ottima rimonta) i giocatori di coach Caiaffa sono stati, praticamente, sempre in partita.

A commentare la gara è il Presidente Antonio Di Giuseppe e il giocatore Federico Bono: "La gara, malgrado il punteggio finale, è stata ben giocata - attacca il numero del team leporanese. Leggendo i parziali si capisce che i ragazzi se la sono sempre giocata. Siamo stati penalizzati dal campo che era molto ampio e non essendo abituati ci sono state delle difficoltà in fase di ricezione. Nel terzo set siamo partiti malissimo andando sotto per 10-0 ma recuperando e giocandocela fino ai ventuno punti. A prescindere dal risulato è un match che serve per fare esperienza giocato con un buon avversario che ha esperienza superiore".

LA MASTER BARI: "Si è trattato di un avversario solido e più esperto. Una gran bella squadra sia tecnicamente che fisicamente. I giocatori, a livello fisico, non sembrava avessero sedici anni. Sono soddisfatto dei miei calciatori e gli faccio un plauso".

La parola passa a Federico Bono: "Ci è mancata un po' di testa: dovevamo stare più attenti a non commettere certi errori soprattutto in battuta. Adesso proviamoci con l'Alessano".

LA GARA: "Era una partita molto importante e già sette giorni prima sentivamo un pizzico di ansia. E' stata una bella emozione con una grande tifoseria".

 

MASTER BARI-VIBROTEK VOLLEY LEPORANO 3-0 (25-21/25-20/25-21)

MASTER BARI: Chieco, Del Giudice, Di Bari, Ermito, Insabato, Iusco, Losole, Magaletti, Parabita, Vitucci, Valentini, Giusti. Coach Lobbene

VIBROTEK VOLLEY LEPORANO: Ciaffa, De Luca, Conte, Fiore, Fiume, Bono, Di Stani, Camassa. Coach Caiaffa

Commenti

Basket | C Gold - Sogno Taranto, capolinea Castellaneta
Basket | C Gold - Castellaneta, che spreco! Taranto manca il guizzo