1a Categoria

Prima Categoria: Castellaneta a manetta

a cura di Fabrizio Izzo

19.11.2018 20:26

Immagine ZaccagniAl De Bellis il Castellaneta confeziona un 6 a 1 tondo tondo ai danni del malcapitato Football Acquaviva che domenica scorsa aveva inflitto la prima sconfitta al Sava. Primo tempo sostanzialmente equilibrato con i padroni di casa imbrigliati dagli avversari e risultato sbloccato solo poco oltre la mezzora grazie ad un delizioso tocco di precisione di Romanelli, servito da Pinto. Al rientro dagli spogliatoi il Castellaneta trova subito il raddoppio, Romanelli calcia in diagonale battendo l’estremo difensore ospite. Lo stesso Romanelli, tripletta per lui, al minuto 56 sorprende Miale con un tiro dalla linea di fondo. Al 79° Favale porta a quattro le reti dei biancorossi che subito dopo hanno la possibilità di portare a cinque lo sore se Gjonaj non si fosse fatto parare il penalty. Dal possibile 5 a 0 si è passati al 4 a 1 grazie al rigore trasformato da Mastrovito al 87°. Prima del triplice fischio ancora due reti per i valentiniani siglati da Gjonaj al 90° e da Greco nel primo minuto di recupero. Nulla da fare per il Football Acquaviva contro un Castellaneta che sta vivendo un momento d’oro, per i ragazzi di mister D’Alena, dopo la sconfitta nel derby delle gravine, sono arrivate tre vittorie consecutive con 12 goal segnati e due subiti, primo posto in classifica in condominio con il Grottaglie e quattro punti di vantaggio sul San Marzano secondo in classifica. Ambiente carico, soddisfazioni che non mancano e aspettative della vigilia fin’ora rispettate a conferma di un lavoro estivo oculato. Per il Castellaneta, domenica prossima, il calendario prevede la trasferta a Brindisi contro la Cedas Avio capace di fermare in casa, sul 2 a 2, proprio il San Marzano, una gara che alla luce di quanto avvenuto deve essere preparata nei minimi particolari.

Queste le parole del presidente Tarquinio nel dopo gara: “Non è stato facile affrontare i biancoblu. Per 30 minuti hanno mantenuto bene il campo, con pressing alto e ottime marcature, ci hanno impedito di fare il nostro solito gioco. La rete di Romanelli, in giornata di grazia, alla mezzora del primo tempo e le altre due reti segnate all’inizio della ripresa ci hanno spianato la strada e messo in cassaforte il risultato. Sul 3 a 0 la gara è andata liscia, in discesa ed è venuto fuori il 6-1 finale. Siamo in vetta alla classifica e abbiamo quattro punti di vantaggio sul San Marzano ma non parlerei di mini-fuga. È importante continuare così, su questa strada, e mantenerci li sopra, stiamo vivendo un ottimo periodo, i giocatori sono tutti disponibili e chi subentra, a gara in corso, si rende utile alla causa. Il campionato non è semplice ci sarà da lottare non sono sorpreso dal Capurso e dal Locorotondo. I primi hanno la miglior difesa e li abbiamo affrontati nella prima di campionato, abbiamo vinto ma non è stato facile. Le squadre di Fumai giocano tutte un buon calcio, quindi la posizione in classifica è meritata. Il Latiano può essere la mina vagante del girone mentre, come ho sottolineato prima del campionato, non sottovaluterei il Polimnia, può dire la sua e secondo me con qualche correttivo può ambire ai Play-Off. Di contro mi sorprende questo calo del Sava, squadra costruita ottimamente e con giocatori di categoria superiore. Ma siamo ancora alla nona giornata e il tempo per recuperare c'è. Di certo c’è che il mio Castellaneta vuole essere e sarà protagonista fino alla fine.”

Commenti

Prima Categoria: il Grottaglie vince e allunga, secondo stop consecutivo per il Crispiano
Prima Categoria: Il San Marzano rischia e poi recupera, Il Manduria vince e si avvicina alla vetta, il Sava perde ancora, exploit del Massafra, Don Bosco a luci spente