Taranto F.c.

Punto D/H: L'ex Prete, 'Bisognava ripartire da Panarelli. E su D'agostino...'

29.01.2020 13:38

DI ALESSIO PETRALLA

Una bella lotta sia in altissima classifica che in quella bassa in questo girone H della serie D, che il bravo difensore tarantino, attualmente in forza all’Assisi, Vittorio Prete, analizza così, a Tutto Sport Taranto: “Vedere il Bitonto li sopra non mi desta stupore: Patierno è in ottima forma e la difesa è solidissima. Si tratta di una formazione importante con in rosa giovani di valore che in questa categoria sono importantissimi. Conosco il tecnico Taurino e so che lavora molto bene. Meritano l’eventuale promozione. Il Fasano mi ha stupito molto così come mi aspettavo di più dal Casarano. Ho seguito le ultime vicende del Sorrento che la settimana scorsa è stato falcidiato dalle assenze: a Fasano hanno confermato l’ottima rosa allestita visto che chi ha giocato ha fatto benissimo e una buonissima organizzazione. Domenica prossima c’è Foggia-Cerignola con gli ospiti che si presentano all’appuntamento con una larga vittoria sul Brindisi. Per me dall’inizio della stagione, assieme al Bitonto è la squadra da battere. La formazione di Feola ha lasciato qualche punto per strada per via di un inizio frastagliato visto il mancato ripescaggio. La sfida in casa dei satanelli non c’entra niente con la serie D: match almeno da C”.

ZONA BASSA: “La squadra che meriterebbe qualche punto in più è il Grumentum che ha calciatori importanti ma cha ancora non ha ingranato benissimo. Spero possano salvarsi. Nel pre-campionato nessuno si aspettava la posizione di Fidelis Andria e Nocerina: il calcio, però, è bello anche per questo”.

IL TARANTO: “Uno degli errori più grossi del club ionico è stato quello di non ripartire da Panarelli: secondo me, andava riconfermato visto che aveva fatto un ottimo lavoro. Senza nulla togliere a Ragno, che negli ultimi dieci anni ha sempre vinto, meritava di restare. Adesso sta iniziando a macinare punti: Panarelli è un gran lavoratore e un professionista. Con lui vedo il Taranto più sereno, convinto e sicuro dei propri mezzi. Mi dispiace per la questione D’agostino, un calciatore che ha dato tanto realizzando parecchi gol importanti. E’ stato un peccato mandarlo via. Tifiamo tutti Taranto e ognuno esprime il suo parere…”.

SORRENTO-TARANTO: “Domenica prossima sarà, sicuramente, una bella battaglia non determinante ai fini della classifica ma che potrà dare un ulteriore importante impronta a questo campionato”.

Si ringraziano:

 

Commenti

Sorrento: Cacace, 'Il Taranto? La differenza di otto punti non conta ben poco'
Vibrotek: Adriana Cardone, 'Coppa Puglia? Per noi una bella sfida'