Taranto F.c. News

Dario Bova a TST: 'Per il primato mi aspettavo una lotta tra Taranto e Cerignola'

L'ex difensore: 'In D farei salire tutte le prime retrocedendo le ultime due'

29.04.2020 18:46

DI ALESSIO PETRALLA

Periodo ancora delicato quello che vive l'Italia come conferma anche l'ex difensore del Taranto, Dario Bova che, a Tutto Sport Taranto, lo commenta così: "Sono stati due mesi lunghissimi in cui ho lavorato da casa con il pc e poi ho sistemato delle faccende domestiche cercando di impegnare quanto più il tempo".

LA RIPRESA: "E' una situazione strana: qualunque sarà la decisione presa, ci saranno scontenti. Bisognaerà ripartire nel modo più opportuno altrimenti si rischierebbe una catastrofe visto che nel calcio non vi lavorano soltanto gli undici calciatori che scendono in campo ma bensì tanta altra gente. Dall'altro lato, però, c'è la salute di ogni cittadino. Bisogna vedere qual è il male minore...".

LA SOLUZIONE: "Se come penso quelli dilettantistici saranno sospesi farei salire le prime e far scendere le ultime due senza spareggi: nella prossima stagione, poi, metterei più retrocessioni. Si fa fatica anche in serie A per via delle direttive sanitarie figuriamoci in queste categorie. In serie B promuoverei le prime due e manderei in C le ultime due".

SERIE D/H: "Ci sono state parecchie sorprese con il Cerignola ed il Taranto che hanno avuto qualche problema di troppo. E' venuto fuori il Bitonto che è una squadra molto forte ma che non mi aspettavo di vedere prima, così come il Foggia così in alto a meno uno dalla vetta. Immaginavo più che se la sarebbero giocata Cerignola e Taranto. Il Sorrento è andato oltre le aspettative".

IL TARANTO: "Mi dispiace che neanche quest'anno è riuscito a ottenere l'obiettivo: questa serie D è diventata una maledizione. All'inizio avevo visto la squadra e l'ambiente ricompattati e pensavo in qualcosa di positivo ma poi sono tornati i rancori degli anni precedenti e quindi varie difficoltà, con il Presidente Giove che ha fatto tanti investimenti come pochi in serie D. Speriamo che l'anno prossimo si possa risalire anche perchè con la quasi certa sospensione del campionato ci sarà molto più tempo per programmare e provare a raggiungere la C".

STAGIONE 2020-21: "Ovviamente, senza il vaccino, inizialmente, ci saranno delle difficoltà: tutte le gare dovranno essere giocate a porte chiuse e i calciatori dovranno restare a riparo in un albergo eseguendo test sia ad inizio che a fine settimana a tutti i tesserati".

Si ringraziano:

 

 

 

Si ringraziano:

 

 

Commenti

Sileri: "Anche amico è affetto stabile"
Taranto: Toto ds, per il dopo De Santis un giovane di prospettiva?