A.e.L. Grottaglie

Il Grottaglie non si ferma più

ufficio stampa Grottaglie

21.01.2018 20:06

Un Grottaglie deciso, compatto e tatticamente perfetto vince 3 a 0 sul campo della virtus Locorotondo. La Tripletta di Galeandro, la seconda in campionato, porta ad otto le vittorie consecutive in campionato dell’Ars et Labor Grottaglie che diventano dieci sommando le due di Coppa contro Manduria e Crispiano.

Cronaca

Primo tempo: il Locorotondo parte forte ma poi è costretto a lasciare terreno ai biancoazzurri che si portano in vantaggio e gestiscono. Prima frazione molto combattuta a centrocampo con scontri ruvidi ma corretti. La gara è stata sospesa per qualche minuto a causa di una forte grandinata che si è abbattuta sul comunale.

9° cross dalla sinistra rasoterra al centro di Massafra e Crupi dal limite dell’area piccola, di piatto destro, mette di un soffio al lato con Annicchiarico battuto;

26° calcio d’angolo di Carbone, irrompe Galeandro che di testa infila il portiere avversario: Locorotondo 0 Grottaglie 1.

Secondo tempo: il Grottaglie trova subito il raddoppio e per tutta la durata del tempo ha controllato la gara in lungo e in largo segnando il terzo goal e sfiorandone altri.

2° Massafra mette al centro dalla destra, Agostino sul secondo palo rimette al centro di testa e Pentassuglia, in mezza rovesciata e da buona posizione spara alto sulla traversa;

4° Carbone entra in area dalla sinistra arriva sul fondo e mette al centro, Galeandro ben appostato al limite dell’area piccola, di piatto destro, mette in rete: Locorotondo 0 Grottaglie 2;

11° apertura di Camassa per Sanarica che si incunea in area dalla sinistra, arriva sul fondo e mette palla dietro per De Comite che calcia bene ma colpisce il palo alla destra del portiere;

27° Carbone affonda, questa volta dalla destra, arriva sul fondo e mette al centro per Galeandro che segna la sua tripletta: Locorotondo 0 Grottaglie 3.

Il Grottaglie vince e convince nella trasferta di Locorotondo. Un 3 a 0 meritato che ha evidenziato l’ottimo momento della compagine biancoazzurra. Una partita vinta in ogni zona del campo con i grottagliesi capaci di contendere e catturare tutti i palloni agli avversari e lucidi nell’impostare le azioni offensive. Partita preparata perfettamente con i padroni di casa resi quasi inermi dalla grinta e dai precisi movimenti tattici studiati, provati in settimana e suggeriti partita durante dal tecnico Marinelli. Una supremazia in alcuni casi molto evidente che sottolinea la qualità dei giocatori, la loro attenzione nel mettere in pratica il lavoro siluppato allenamento e una tenuta atletica straripante. Un 4-2-3-1 fluido e bello da vedere: una difesa blindata con Camassa e Amaddio insuperabili; gli esterni bassi Sanarica e Appeso attentissimi alla fase difensiva e bravi a proporsi in avanti; a centrocampo Collocolo e Fonzino una diga, ottimi nel chiudere e recuperare palloni e lucidi nell’impostare; sulla trequarti un Pisano inesauribile stantuffo sulla destra e Carbone una spina nel fianco per la difesa avversaria con il bomber Galeandro, da questa sera in testa alla classifica cannonieri, appena dietro De Comite terminale offensivo. Anche chi è subentrato ha dato il suo fattivo contributo. Perfetti nei movimenti, nessuna zona del campo è sembrata scoperta, giocate pregevoli, difesa ordinata e sincronizzata, il movimento armonioso della squadra è stato piacevolissimo da vedere, anzi da ammirare. I tre punti presi a Locorotondo lasciano invariate le distanze dalla capolista Conversano, vittorioso contro il Savelletri, ma permettono al Grottaglie di conquistare, in solitario, la seconda piazza visto il pari della Rutiglianese a Crispiano e il Mottola, in vantaggio a Squinzano, che non ha terminto la gara perchè sospesa (la partita si ripeterà).

Tabellino

VIRTUS LOCOROTONDO – ARS ET LABOR GROTTAGLIE: 0 – 3

Formazioni:

Lcorotondo: Palmidsano G., Barnaba, Cosenza, Pentassuglia, Telesca, Svezia (Palmisano C.), Mizzi (Recchia), Agostino (Calicchio), Crupi, Massafra (D’Alessio), Palazzo (Mastronardi). A disp. Lacirignola, Romanazzo. All. Maggiore

Ars et Labor Grottaglie: Annicchiarico, Appeso, Sanarica, Collocolo, Camassa, Amaddio, Pisano (Krubally), Fonzino (Zito), Galeandro (Gigantiello),Carbone (Pastano), De Comite (Cantoro). A disp. 12 Strusi, Lecce. All. Marinelli.

Marcatori: 26°pt, 4°st e 27°st Galeandro

Ammoniti: Palmisano G (L), Cosenza (L), Crupi (L), Palazzo (L), Amaddio (G), Pisano (G), Galeandro (g).

Espulso Palmisano C. (L).

Arbitro Nicolò Mongelli della sezione di Molfetta.

https://www.guidapsicologi.it/studio/drssa-daniela-anedda

Commenti

Doppio Balzo e Chiarelli, tre punti pesanti per i Giovani Rossoblu
Talsano, che poker! Contro il Maglie la partita perfetta: salvezza più vicina