A.e.L. Grottaglie

Coppa Puglia: Grottaglie in finale

ufficio stampa Grottaglie

29.03.2018 21:37

https://www.facebook.com/fratellimaglie/

 

L’Ars et Labor Grottaglie dopo sedici anni riconquista una finale di Coppa, l’ultima volta correva la stagione 2001/02 e in quell’occasione la finale era di Coppa Italia e relativa al campionato di serie D. Nel pomeriggio i ragazzi di mister Marinelli, battendo 2 a 1 i rivali del Città di Racale, si sono guadagnati la finale di Coppa Puglia che si disputerà, in campo neutro, giorno 12 aprile contro il Norba Conversano. Primo tempo con il Grottaglie manovriero e padrone del campo che al 15° passa in vantaggio con Galeandro ben appostato sul secondo palo e pronto a deviare in rete un perfetto cross rasoterra di Appeso dalla destra. Dopo il vantaggio i biancoazzurri hanno continuato a gestire la partita sfiorando il raddoppio almeno in un’altra occasione, quando Aretano ha rinviato sulla linea di porta un’incornata di Camassa destinata nel sacco. Al 37°, nell’unica azione offesnsiva leccese, Gabrieli trova il jolly con un tiro da fuori area lento e leggermente deviato da un difensore che si spegne alle spalle di Termite. La ripresa si apre con lo stesso tema, Grottaglie a gestire palla e tempo e il Racale, attendista, pronto a ripartire. Al 28° la perla, Fonzino raccoglie un traversone dalla destra di Pisano e con un tiro al volo di sinistro gonfia la rete alle spalle di Falco immobile e impotente davanti ad una esecuzione magistrale. Nei restanti minuti i padroni di casa hanno controllato la gara, smorzando il forcing del Racale che non ha mai impensierito l’inoperoso Termite. Dopo sei minuti di recupero, forse troppi, il triplice fischio del signor Natilla è stata una liberazione e allo stesso tempo un’esplosione di gioia per giocatori e tifosi che, nonostante la giornata infrasettimanale, hanno riempito gli spalti del D’Amuri fornendo il solito e caloroso supporto ai loro beniamini. Dunque è finale, la Coppa era un obiettivo stagionale ed è stato centrato, ora spazio al riposo pasquale e poi al Capurso e quindi alla finale contro la capolista del girone, quel Norba Conversano che in questa stagione gioca un pò ad asso piglia tutto, ma non sarà così facile, gli assi del mazzo sono 4 e probabilmente qualcuno se l’è già giocato in campionato.

Tabellino

ARS ET LABOR GROTTAGLIE – CITTÀ DI RACALE: 2 – 1

Formazioni

Ars et Labor Grottaglie: Termite, Appeso, Sanarica, Collocolo, Camassa, Lecce, Pisano, Fonzino, Galeandro, Napolitano (Gigantiello), Carbone (Trani). A disp. Annicchiarico, Alfieri, Krubally, Lentini, Masella. All. Marinelli.

Città di Racale: Falco, Coppola, Francioso (Rizzo), Aretano (Musarò), Galante, Palese, Greco (Culiersi), Macagnino (Mij), De Blasi (Tunno), Castrignanò, Gabrieli. A disp. Casalino, Stefanì. All. Botrugno

Marcatori: 15°pt Galeandro (G), 37°pt Gabrieli (R), 28°st Fonzino (G)

Ammoniti: Pisano (G), Carbone (G), Coppola (R), Aretano (R).

Arbitro sig. Gianluca Natilla della sezione di Molfetta.

 

Commenti

Taranto, poker allo Sporting Fulgor Molfetta: una vittoria per Pasquale Ruta
Trionfo Avetrana. Un sontuoso Cappellini stende l'ostico Barletta