Taranto F.c.

Taranto: Laterza, 'In ogni partita e allenamento suderemo la maglia rossoblù'

Il tecnico presenta poi la sfida con il Brindisi: 'Partita inizialmente contratta, poi usciranno le qualità delle due rose'

20.11.2020 20:13

DI ALESSIO PETRALLA

In vista della delicata sfida interna di domenica con il Brindisi il tecnico del Taranto, Giuseppe Laterza ha analizzato ogni dettaglio, presentando il match, al programma condotto da Alfredo Ghionna (Due Mari TV, Sotto l'incrocio): “Riprendiamo da dove avevamo lasciato anche se la gara di domenica rappresenta un nuovo inizio. E’ stato un periodo diverso anche perché qualche martedì fa mi trovai nello spogliatoio a parlare degli errori per poi il giovedì sapere di non poter giocare. Nel frattempo abbiamo lavorato con grandissimo entusiasmo visto che alle porte c’è una gara importante che vogliamo giocarci al massimo”.

RITMO PARTITA: “Sicuramente, si è perso un po’ il ritmo partita visto che avevamo giocato quattro sfide intere e stavamo arrivando al massimo della condizione. Ci siamo allenati tanto ma non abbiamo potuto disputare amichevoli. Comunque, la stessa cosa vale per le altre squadre e quindi, già domenica, ce la giocheremo alla pari”.

ENTUSIASMO: “I ragazzi hanno lavorato con tanto entusiasmo e lo hanno fatto benissimo. E’ stata una settimana fondamentale anche per questo. C’è voglia di giocare”.

PERIODO STRANO: “Come ho già detto non è facile iniziare la settimana dal martedì parlando degli errori per poi sapere, due o tre giorni dopo che non si gioca più. Fortunatamente alleno un gruppo di uomini veri che ha lavorato alla grande. Merito a questi ragazzi”.

PROTOCOLLI: “Accetto e condivido ogni cosa così come apprezzerei alcune modifiche: un nuovo protocollo ci darebbe la possibilità di continuare meglio il campionato. Le società devono sempre garantire la salute degli atleti rispettando quella degli avversari di turno. La Federazione darà il suo contributo per proseguire la stagione”.

TENUTA FISICA: “Non è facile riprendere a giocare dopo circa un mese di stop però i ragazzi si sono allenati con una grande mentalità. La voglia di giocare è tanta e domenica non sarà facile lasciare fuori qualcuno”.

SORRENTO: “L’ultima sfida giocata in casa con il Sorrento, l’abbiamo persa ed è stato un ko che ha bruciato tanto anche perché ci siamo dovuti fermare un mese. Abbiamo tanta rabbia dentro e vogliamo, subito, riprenderci il massimo risultato. Con i Costieri giocammo bene pagando due errori. Dobbiamo migliorare in quegli aspetti”.

AVVIO STAGIONALE: “Quello che alleno è un gruppo completamente nuovo che all’inizio è partito con qualche problema a livello di assenze. Allo stesso tempo sono stati bravi tutti ad approcciare. Questa rosa può ancora migliorare tanto: in fase di sviluppo dell’azione e di costruzione bene ma dobbiamo migliorare nella conclusione”.

4-2-3-1: “Questo per me è un modulo di base che si differenzia a secondo dell’avversario che sfidiamo. Mi da’ la possibilità di scegliere”.

LA SITUAZIONE DEI SINGOLI: “In questi giorni abbiamo lavorato tanto: fin quando arriviamo in area mi sento tranquillo ma bisogna finalizzare di più. Straqualursi era in ritardo di condizione ma ora si è rimesso in forma ed è a un buon 75%: come a tutti gli manca la partita. Ha lavorato da grande professionista. Calemme è arrivato pronto perché aveva fatto il ritiro con il Foggia e in questi giorni ha conosciuto bene i meccanismi del gruppo. Falcone è un grande professionista che si è rimesso subito in forma. Abbiamo tanti calciatori importanti e abbiamo bisogno di tutti. Serve un gruppo che si mette a disposizione perché il singolo, se non esiste questo, non va da nessuna parte. Ferrara? Ha avuto un problema muscolare e sceglierò se rischiarlo o meno. Non mi va di perdere un calciatore importante come lui per il proseguo della stagione”.

TARANTO: “Questa è una città che vive di pane e di calcio: voglio fare qualcosa d’importante lavorando sempre insieme ad un gruppo coeso. Quando sono stato chiamato ho vissuto dei momenti pieni d’entusiasmo anche perché è bello che una piazza così si interessa del lavoro svolto in passato: di certo non mi fermo a questo. Sono contento della scelta fatta e c’è tanto da lavorare. Per quanto riguarda l’addio al Fasano ho versato delle lacrime perché sono stato li per otto intensi anni. Devo tanto a quella società: i miei vecchi dirigenti erano contenti. Tornando al Taranto in ogni partita e allenamento vogliamo sudare la maglia”.

LATERZA: “Non sono un autoritario: i ragazzi devono stare sempre bene e come già detto prediligo sempre il gruppo che il singolo. Con i miei calciatori amo parlare tanto”.

CREDERCI: “E’ ovvio che si lavora per ottenere risultati importanti, sennò non avrebbe senso. Ci crediamo ma dobbiamo lavorare tanto per arrivare ad obiettivi importanti: servono i fatti”.

IL BRINDISI: “Inizialmente mi aspetto una partita contratta e molto tattica. Conosco bene il tecnico De Luca che è giovane e preparato. Prepara bene le partite. Si sfidano due organici con qualità elevate e perciò si potrà assistere ad una bella partita. A lungo andare usciranno i valori delle due squadre”.

MESSAGGIO: “Ho grande rispetto verso l’intera città e da parte nostra lavoriamo sempre al massimo sudando la maglia. Capisco le difficoltà ma ce la metteremo tutta”.

Si ringraziano:

Commenti

Covid: Biontech e Pfizer, chiesta l'autorizzazione per commercializzare il vaccino
Orsa Viggiano: Grandissima prestazione dei neroverdi che sfiorano l'impresa a Napoli