Taranto F.c.

Taranto: Guastamacchia, 'Non ho ancora digerito il gol di Favetta'

Il difensore rossoblù ai tifosi: 'Seguiteci, stateci vicino'

04.12.2020 21:10

DI ALESSIO PETRALLA

E' uno dei perni della difesa rossoblù, che tanto bene sta facendo avendo subito soltanto cinque gol, Antonio Guastamacchia che nella terza puntata di TST Web Magazine, ha tracciato una completa panoramica sul primo mese e mezzo di stagione del Taranto: "Ancora non mi è passata la rabbia per quel gol preso all'ultimo secondo da Favetta: non è semplice mandarlo giù. Purtroppo, i gol sono frutto di episodi: avevamo giocato un'ottima gara a livello tattico e, forse, potevamo chiuderla sfruttando qualche occasione nel secondo tempo in cui i leccesi si erano sbilanciati per provare a pareggiarla. Peccato mancavano solo dieci secondi".

CASARANO: "La prova di domenica ci da' tanta consapevolezza e ci conferma che siamo una squadra forte e solida. Lo avevamo dimostrato già dalla sfida di Picerno in cui, per circa 70', ce la siamo giocata in dieci. Cresciamo gara dopo gara e siamo un bel gruppo".

IL PERIODO: "Non è un periodo semplice visto che domenica, di nuovo, non giocheremo, poi dovremo andare a Gravina e poi ci dovrebbero essere dei turni infrasettimanali. E' un campionato anomalo ma noi stiamo continuando ad allenarci cercando di rimanere sempre concentrati e sul pezzo".

ALLENAMENTI: "Ci alleniamo sempre allo stesso modo: con grande intensità. Il tecnico Laterza ci tiene sempre sul pezzo e a mille anche se non dobbiamo giocare".

ALTRE PIAZZE: "Ho giocato in altre piazze importanti e calorose ma Taranto ha qualcosa in più. Ho visto di cosa sono capaci i tifosi quando indossavo la maglia del Savoia: al 90' segnò Croce. Sono stato sempre affascinato da questa piazza".

IL SEGRETO: "Il nostro punto forte è il gruppo: siamo molto affiatati e ci aiutiamo l'uno con l'altro. C'è unità d'intenti".

LA DIFESA: "Abbiamo preso soltanto cinque gol e stiamo facendo bene. Siamo una retroguardia giovane e con i miei compagni di reparto mi trovo bene".

PROSPETTIVE: "Possiamo arrivare in alto anche perchè, le big, le abbiamo già incontrate. Ovviamente, tutte le partite sono difficili soprattutto quelle con Fidelis Andria, Nardò e Gravina: guai a prendere sottogamba questi impegni".

MESSAGGIO: "Per far riavvicinare i tifosi la ricetta è vincere. Solo così potremo riportare un po' d'entusiasmo. Faccio un appello alla tifoseria: stateci vicino, incitateci e seguiteci".

Si ringraziano:

Commenti

VTT Comes: Settore giovanile, Ranieri 'Tra difficoltà nell'allenarci e belle soddisfazioni'
Orsa Viggiano: Un promettente laterale per il Presidente Siviglia e il ds Todaro