Ippica

IL RAGIONIER GALLUCCI NON SBAGLIA I CONTI

TARANTO – IPPODROMO PAOLO VI Resoconto di lunedì 21 maggio 2018

23.05.2018 22:52

Nel convegno di lunedì all’ippodromo Paolo VI si è messo in evidenza il driver campano Romeo Gallucci, autore di una bella tripletta.

Il ragioniere, come da anni è simpaticamente soprannominato dal cronista di Napoli Salvio Cervone, siglava il primo successo di giornata con Venezia Trgf, che una volta sfilata al comando si teneva fuori dalla portata dei rivali, tra i quali Vanessa Dipi precedeva Vlakteplaas Jbay. La vincitrice, allenata da Cosimo Fiore, completava il miglio a media di 1.14.8. Il raddoppio arrivava “a tavolino”, ovvero dopo l’intervento della giuria che distanziava all’ultimo posto la vincitrice Vinella per aver danneggiato in modo diretto in retta d’arrivo Victoria Spav (15 giornate di appiedamento a Carmen Gelo e multa pari al premio del secondo arrivato a favore di Victoria Spav), pertanto la vittoria veniva assegnata a Vaquita Jet, ancora per il training di Cosimo Fiore ed i colori della signora Francesca Isernia, con il tempo di 1.15.3. Il tris si concretizzava in sulky al potente Very Windy, al terzo successo consecutivo. Il figlio di Pascià Leset allenato da Rocco Spagnulo metteva in mostra tutto il suo potenziale, attaccando e mettendo a sedere una buona rivale come Visa Dok, e rifinendo il doppio chilometro al nuovo record in carriera di 1.14.4. Un ottimo Vifil Di Meletro conquistava la miglior piazza davanti a Volpoca Jet.

Il programma offriva anche una delle due II Tris del palinsesto nazionale, riservata a soggetti di categoria E/F/G suddivisi sui 2020/40/60 metri. Gran bel successo per Tentazione, con Romano Tamburrano in sulky, che piazzava una lunga e decisa progressione ai 600 finali (misurati dalla testa in 42.3) e si involava verso il traguardo trottando sui due giri di pista in 1.15.1, che significava nuovo limite in carriera per la potente erede di Filipp Roc. Only One Diamond prevaleva su Unico Gia Sheba per la seconda moneta.

Apertura di pomeriggio affidata ai gentlemen chiamati ad interpretare cavalli di categoria G sulla media distanza. Tisifone Jet, guidata a Federico Rescio, risolveva la partita con un bel finish che le consentiva di rimontare Terside Caf e batterla nettamente trottando da 1.16.8. Unique Pdl completava la trio. Nella prima delle due prove per i tre anni si affermava Zar Sheba, con Giuseppe Messineo in cabina di regia, che puntava in avanti, passava al comando e si allontanava progressivamente dal resto della compagnia, centrando il successo a media di 1.15.7. Nell’altra corsa, riservata alle sole femmine di tre anni, la vittoria andava a Zaahira Font, con Maurizio Sibilla, che di rimessa sfondava ai 600 metri conclusivi rifinendo il tutto in 1.16.6.

Omar Tufano

Commenti

MOTOREXPO dal 24 al 27 maggio
Viva Cimino 2018: una domenica di sole, sport e divertimento