Settori Giovanili

La Real Virtus Grottaglie aderisce al progetto "Rete!" della Figc

La società gialloblù si conferma lungimirante sposando una delle più importanti attività legate al tema dell’integrazione nello sport

14.01.2020 23:14

Ancora un'importante iniziativa per la Real Virtus Grottaglie. La società gialloblù, infatti, ha ufficializzato nelle scorse ore l'adesione al progetto "Rete!" della Figc.

"Rete!" è un' iniziativa rivolta esclusivamente ai ragazzi accolti nei Progetti SPRAR/SIPROIMI per minori, presenti in tutto il territorio nazionale, per promuovere e favorire l'interazione tra pari e i processi di inclusione sociale ed interculturale attraverso il calcio .

Quello a cui ha aderito la Real Virtus è un progetto in continua crescita, in termini di partecipazione e di risultati, che nella scorsa stagione ha coinvolto oltre 550 ragazzi di 49 differenti Sprar e nell' arco degli ultimi 5 anni si è rivolto complessivamente a oltre 2.000 minori stranieri accolti sul territorio italiano.

Sotto la guida del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, e dei suoi relativi Coordinamenti regionali, saranno avviati degli interventi di carattere tecnico, formativo ed educativo nei Progetti coinvolti con cadenza settimanale e in base alle esigenze delle singole realtà partecipanti.

Il format di Rete! 2020 si strutturerà attraverso degli interventi di carattere tecnico da svolgere presso le sedi delle realtà partecipanti, una fase di gioco territoriale, una fase interregionale (ampliata in termini di durata e attività e da programmare in base agli aspetti geografici) e una fase finale nazionale prevista a Roma nel mese di giugno 2020.

La FIGC ha inoltre disposto che ai Progetti SPRAR/SIPROIMI e alle società che aderiranno al Progetto RETE! verrà consegnato del materiale sportivo per svolgere al meglio le attività comprensivo di magliette e palloni per le fasi di allenamento e un kit completo di abbigliamento per disputare le gare.

L'ingresso della Real Virtus Grottaglie all'interno di "Rete!" è stato fortemente voluto da Babele,  associazione di promozione sociale, ente di tutela per richiedenti e titolari di protezione internazionale e/o umanitaria, attiva nel campo della tutela dei diritti dei migranti e nel  contrasto di tutte le discriminazioni per affermare i principi di solidarietà, giustizia e uguaglianza.

Il presidente Isa Galeone, il direttore tecnico Ottavio Annicchiarico e il dirigente e tecnico Marisa L'Angellotti non nascondono il grande entusiasmo che accompagna la loro società in questa nuova avventura: "Ringraziamo la coordinatrice Angela Todaro e la collaboratrice Nina Cavallo. Abbiamo già in passato collaborato con Babele e siamo felici che il nome del nostro club sia stato così caldeggiato. Abbiamo ricevuto diverse telefonate dai vertici delle Figc regionale con i complimenti per l'adesione al progetto, che non sarà sicuramente l'ultimo, dal punto di vista e dell'aggrezione, a cui prenderemo parte perché questi per noi sono valori fondamentali".

 

Commenti

Vibrotek: De Blasio, 'Nella zona alta grande equilibrio: sabato guai a perdere punti'
Sta per nascere l’Accademia della Sport Man