Basket Maschile

Basket | C Gold - Castellaneta, arriva Mihajlov. Mercato e testa bassa per uscire dalla crisi.

a cura di Manuel Costella

09.11.2018 23:27

Vassil Mihaylov e Miroslav Ljoljic

Era nell'aria. In una situazione a dir poco complicata, la Valentino Basket Castellaneta decide di spendere l'unica cartuccia disponibile intervenendo sul mercato. Lo fa Imbastendo in tempi molto brevi una duplice operazione di mercato sull'asse Castellaneta-Francavilla: Miroslav Ljoljic sarà un nuovo giocatore degli Imperiali, a compiere la tratta inversa Vassil Mihaylov, che vestirà la maglia biancorossa. Una trattativa resa possibile grazie ai buoni rapporti tra le due societá, finaliste dello scorso campionato nei playoff di Serie C Silver.

"Voglio solo dire che sono felice di essere qui, e sono felice di avere la possibilità di giocare per questa squadra e questa città. Mi piace l'atmosfera che si respira, sono contento e non vedo l'ora di scendere in campo questa domenica". Così si presenta alla Castellaneta cestistica l'ultimo arrivato, Bulgaro, nato a Sofia il 25 maggio 1994, Vassil Mihaylov è un ala-centro di 202 cm. Le prime esperienze importanti in campo cestistico arrivano con l'Academik Bultex 99, alternandosi tra la NBL (Serie A bulgara) e la Balkan International League, e riesce a collezionare diverse presenze nelle nazionali giovanili. Lungo frontale, con grandi qualità nell'1c1 fronte canestro contro i lunghi avversari. A questo aggiunge grandi capacità di tiro da tre punti e dalla media distanza. Quattro le gare disputate con la maglia del Francavilla, in cui ha totalizzato 12 punti e 7 rimbalzi di meda. Combattivo e tatticamente intelligente, commenta così il suo arrivo Jacopo Minafra, assistente di coach Nicola Leale: "Un giocatore che torna a renderci una squadra atipica per via del gioco perimetrale, perciò si è deciso di portare a compimento questa operazione. Un cestista di buona fattura che sicuramente potrà fornirci un concreto apporto".

Una mossa inevitabile, da compiere necessariamente, forse l'ultima carta da giocarsi per correre ai ripari dopo le quattro sconfitte in cinque incontri. Un'opportunità, come dichiarato dal presidente Michele Granito nella conferenza stampa del venerdì:"Ne abbiamo parlato con la società del Francavila, ed abbiamo valutato come l'operazione potesse fare al caso nostro. Ci auguriamo che questo scambio possa apportare nuova linfa alla squadra, così come ce lo auguravamo in estate con l'arrivo di Ljoljic".

A dare un'accelerata, specie nelle ultime ore, proprio i dubbi e le domande su qualità e rendimento di Miroslav Ljoljic. Il nativo di Zenica non ha mai impressionato in positivo in questo scorcio di stagione, rendendosi protagonista di prestazioni discutibili e sottotono. "Io in primis - spiega Granito - ho voluto un lungo alto e che potesse apportare delle varianti ai nostri giochi. Volevo togliermi questo desiderio, lo staff era d'accordo. Abbiamo tentato di metterlo nelle migliori condizioni per esprimersi, non ci siamo riusciti, le sue performance sono state molto diverse rispetto a quelle della passata stagione". Il centro croato non ha fornito l'impatto atteso, nonostante fosse appunto reduce da un'annata totalmente differente, condita da 17 punti e 10 rimbalzi in quel di Monteroni.

Proprio la NP Monteroni domenica sarà l'avversario ospite del PalaTifo. A presentare la partita ci pensa Marco Clemente: "Noi daremo senza dubbio il massimo, dobbiamo farlo perché la classifica non ci sorride, così come non sorride al Monteroni. Aspettiamo una squadra che verrà qui con il sangue agli occhi, come tutte quelle che partecipano a questo campionato. Li abbiamo già affrontati in preseason, conosciamo i loro valori e non possiamo prendere sottogamba l'impegno".
 
Uno dei momenti più bui degli ultimi anni. Un avvio sconfortante per una Una piazza incredula, a tratti rassegnata. Qualcosa bisognava fare, ed è stato fatto con l'intervento sul mercato. Ma deve scattare qualcos’altro deve scattare nella testa di Petraitis e compagni. Eliminare paure ed incertezze, guardarsi negli occhi ed assorbire l'urto, altrimenti il campionato si trasfomerà in una dura lotta di sopravvivenza.

Commenti

Basket - C Gold: Taranto giganteggia, Castellaneta respira
New Taranto C5 contro Orsa Aliano in cerca del poker