Calcio a 5 Femminile

Real Statte: Un mercoledì da coppa divisione al Curtivecchi

17.12.2019 19:34

Mercoledì sera alle 20 al Palacurtivecchi di Montemesola l'Italcave Real Statte proverà ad arrivare ai quarti di finale della Coppa Divisione. Dopo aver superato il Città di Taranto e il Grottaglie, nel raggruppamento F, per poter conquistare, la vittoria servirà superare il Bisceglie. Come in precedenza si tratta di turno secco: domani sera sapremo, quindi, se le ioniche entreranno nel novero delle 8 formazioni che venerdì prossimo saranno sorteggiate secondo questo schema: prima estratta VS seconda estratta; terza estratta VS quarta estratta; quinta estratta VS sesta estratta; settima estratta VS ottava estratta. Le 4 squadre vincenti accederanno alla Final Four. I Quarti di Finale si giocheranno il 22 gennaio mentre la Final Four il 22 e 23 febbraio. Formazione rossoblù a caccia del successo che permetterebbe di centrare un nuovo obiettivo in questo 2019 e che rappresenterebbe la migliore chiusura dell'anno solare di gare interne, in attesa del match a Falconara che concluderà anche il girone d'andata. Rispetto all'anticipo di sabato in campionato, il tecnico Tony Marzella potrebbe ritrovare degli elementi ai box nel match contro le milanesi. "Stiamo provando ad aumentare le scelte a mie disposizione, la valutazione di Marangione, Dalla Villa e Violi prosegue. Dire se staranno in campo o meno mi sembra prematuro, probabilmente un po' di minutaggio per una di queste tre ragazze potrebbe esserci. Siamo concentrati e consapevoli che possiamo regalarci in questa neonata competizione un ottimo risultato. Vorremmo chiudere in casa con l'ennesimo successo, non sarà semplice perché il Bisceglie ha cambiamo allenatore da poco e sicuramente arriverà a Montemesola con la voglia di sorprenderci. Noi, invece, vogliamo provare a superare il turno e guardare avanti con maggiore fiducia e consapevolezza dei mezzi che possediamo".

Commenti

VTT Comes: La carica di Musci, 'Sto bene e voglio aiutare la squadra'
New Taranto, ko a testa alta contro la Feldi Eboli