Ippica

Taranto a tempo di record

Taranto – Resoconto di giovedì 18 maggio 2017

19.05.2017 10:44

Ormai i riferimenti cronometrici importanti arrivano con una certa frequenza, e l’ippodromo Paolo VI di Taranto non è da meno. Infatti i protagonisti che si danno battaglia sul tracciato jonico riescono ad esprimersi ad alta velocità, migliorando sensibilmente anche il proprio record in carriera.

Proprio nel convegno di giovedì si sono verificati diversi miglioramenti, non solo per i cavalli vincitori, che hanno ancora una volta messo in evidenza i progressi della pista tarantina.

La corsa più veloce era il clou, nel quale Ubi Maior Sm, affidato ad Antonio Di Nardo, metteva assieme un miglio da 1.12.4 (42.6 – 58.8 – 1.14.5 il km e 41.5 per gli ultimi 600 metri), lasciando alle sue spalle Ulisse Effe ed Uccio D’Alvio.

Al secondo posto di questa speciale classifica di “alta velocità” troviamo Terbio, vincitore a grossa quota (33.90) della prova finale del pomeriggio, trottando sul miglio a media di 1.12.5, migliorando di gran lunga il vecchio record che era di 1.14.2. L’allievo di Romano Tamburrano agiva di spunto ed in dirittura d’arrivo prendeva la meglio nei confronti di Trouble e Tuono Delle Selve.

Al terzo posto un ex aequo per Thar Kan e Smile Wf, entrambi in grado di completare il miglio in 1.13.2. Thar Kan, però, lo faceva addirittura in ultima categoria, ovvero la G, con Angelo Zizzi, che seguiva lo scatenato Olimpico Ok e lo superava in zona traguardo. Smile Wf, invece, si affermava in categoria F, e permetteva a Giuseppe Gentile di centrare il primo successo nella carriera da quando è diventato professionista.

Sempre in categoria G, ma questa volta in una prova riservata ai gentlemen, Special One, con Graziano Scarano, colpiva da 1.14.4 prevalendo nettamente nei confronti di Nobel Jet e Rio Jet.

Per quanto riguarda la prova condizionata per sole femmine di quattro anni la vittoria andava ad Unique Match, con Matteo Paladini, che con un percorso in 1.15.6 metteva tutti d’accordo.

Fuori concorso, per modo di dire, il successo di Platino Jet, nella gentlemen che apriva il programma. Fuori concorso in quanto la prova si disputava sul doppio chilometro, che Platino Jet, interpretato da Vittorio Fornaro, completava in 1.16.1.

Omar Tufano

Commenti

Open "Città di Taranto", lunedì la conferenza stampa di presentazione
Palmieri: "Contro il Racale serve una vittoria"