Basket Maschile

Cus Jonico a Ostuni, parla l’ex Baraschi

Quarta giornata di campionato serie C Gold in trasferta per i rossoblu reduci da due vittorie consecutive. Il capitano: “Per me partita speciale, siamo in striscia, vogliamo continuare”

27.10.2018 10:25

credit Vito Massagli

Forte di due vittorie consecutive il Cus Jonico Basket Taranto scende in campo nella quarta giornata del campionato di serie C Gold, per la seconda trasferta stagionale. Si gioca al PalaVito Gentile di Ostuni contro la Cestistica che invece a differenza dei rossoblu dopo aver vinto due partite di fila in avvio di torneo è incappata settimana scorsa nello scivolone di Monteroni.

Ruvo e Castellaneta invece sono state le vittime della “rinascita” cussina che dopo il ko interno con Lecce all’esordio ha saputo rialzare prontamente la testa con due prestazioni notevoli dal punto di vista della concentrazione e della determinazione unite ad un amalgama che coach Caricasole sta lentamente trovando in una squadra tutta nuova. Quella di Ostuni sarà una partita speciale per Simone Baraschi, capitano del Cus Jonico che lo scorso anno ha giocato proprio nella città bianca.

 

Cus-Ostuni è una partita speciale per te, come la stai vivendo questa attesa?

Sicuramente per quanto mi riguarda é una partita molto speciale ed importante, sono molto emozionato, giocherò in uno dei campi più belli e caldi dell'intera Puglia, dove il calore dei tifosi gioca un ruolo fondamentale per chiunque, avversari e non, dove ho lasciato un ricordo importante della mia carriera cestistica quando vestivo la loro maglia lo scorso anno. Sto vivendo molto tranquillamente questa "attesa", sicuramente questo genere di sfide sono adrenalina pura per noi giocatori.

La tua esperienza a Taranto non è cominciata nel migliore dei modi, la tua preparazione è stata rallentata da un infortunio. Come stai adesso?

L'infortunio purtroppo é stata una bella tegola inaspettata per il mio inizio di stagione dovuta ad uno scontro di gioco fortuito, ma ora sto molto bene, sono cresciuto di allenamento in allenamento lavorando ogni mattina individualmente per recuperare il gap con i miei compagni, ora posso dire di sentirmi molto bene e soprattutto in forma partita.

Una sconfitta e poi due vittorie: qual è il reale potenziale di questa squadra completamente nuova che si sta ancora conoscendo?

Le due vittorie consecutive sono state fondamentali per il nostro inizio di stagione, credo che abbiamo dimostrato subito di essere competitivi e soprattutto pronti pur essendo una squadra del tutto nuova ma soprattutto giovane, ma molto affiatata e ambiziosa di risultati. Ognuno di noi sta lavorando duramente insieme ovviamente alla supervisione del nostro coach e vice, per trovare la miglior condizione di gioco possibile. Il vero potenziale di questa squadra lo vedremo sicuramente tra un po’ di tempo, quando oltre all'essere squadra come già siamo, saremo in grado di mostrare il miglior gioco possibile.

Che tipo di partita sarà quella di domenica sul tuo ex parquet?

La partita di domenica me l'aspetto molto intensa dal primo secondo di gioco, loro in casa vorranno sicuramente dare il meglio dopo la sconfitta contro Monteroni e riscattarsi dinanzi il loro pubblico, abbiamo lavorato molto in settimana per farci trovare pronti, sappiamo che è una gara difficile, ma sarà sicuramente un bel banco di prova per tutti, per capire bene a che punto siamo e soprattutto cosa veramente possiamo dare in questo campionato, vogliamo portare i 2 punti a Taranto ad ogni costo.

 

Appuntamento quindi domenica 27 ottobre alle ore 18 al Pala Vito Gentile di Viale Colombo in viale dello Sport a Ostuni (BR). Arbitri del match Francesco Calisi di Monopoli (BA) e Francesco Menelao di Mola di Bari (BA).

Commenti

Mummolo-Amodio, il Martina prenota i quarti
Bernalda Futsal, verso Matera. Il presidente Rasulo: “Sabato la prova del nove per noi”