Taranto F.c. News

Bova: "È una partita fondamentale"

a cura di Massimiliano Fina

22.12.2018 13:12

Taranto-Sorrento: ultimo scoglio dei rossoblu prima della sosta. Oggi è intervenuto il difensore centrale dei ragazzi allenati da Luigi Panarelli, Dario Bova. Ecco le sue dichiarazioni.

Bova: "È una partita fondamentale, in caso di vittoria, vivremo una sosta più serena. Non possiamo permetterci cali di concentrazione, dall'altro lato c'è uno scontro diretto Bitonto-Picerno. Il Sorrento? È un'ottima squadra che abbiamo già affrontato in Coppa Italia, una volta che vanno in vantaggio è difficile fare gol. Bisogna essere pazienti e portare a casa una vittoria. Il Sorrento verrà a difendersi, anche perché devono salvarsi, sono ostici, lottano tutti su ogni pallone, personalemente conosco qualche giocatore e anche il mister, come squadra rispecchiano l’allenatore.  Anche con Nicola Lanzolla mi sono trovato bene, stiamo limando gli errori in difesa, adesso abbiamo la porta imbattuta da tre gare. Il mister essendo ex difensore ci martella quotidianamente. La stagione? Sicuramente un bilancio positivo per come è iniziato l'anno, avendo avuto un cambio in panchina non è stato facile anche se ora siamo attaccati alla vetta. Di Bari? Innesto mirato. Conosceva le varie situazioni, era voluto dal mister e essendo un giocatore esperto dà una mano sia dentro che fuori dal campo e si mette a disposizione del gruppo. Gli under? Pelliccia e Ferrara stanno crescendo in maniera esponenziale. Abbiamo affrontato il Picerno e non siamo secondi a nessuno e dobbiamo pensare a noi. Bisogna affrontare ogni partita cercando di portare i tre punti a casa e poi alla fine vedere ciò che è successo sugli altri campi. Fuori casa abbiamo un bilancio migliore che in casa. Il mio ruolo? Io come centro sinistra mi sono adattato, in ogni caso stiamo cercando di evitare col mister ogni situazione di pericolo quotidianamente. Ora con gli arrivi nuovi possiamo cambiare più moduli, anche perché in passato ho giocato anche a 3, ma ripeto l'importante è vincere. Per la difesa il ruolo del portiere è fondamentale, questi cambiamenti hanno influito un po', ma ora abbiamo tre portieri e sono uno più forte dell'altro. Noi non siamo andati in difficoltà con nessuno, dalla mia esperienza avendo vinto qualche campionato, i salti di categoria si fanno vincendo gli scontri con le piccole. Esposito? È venuto con umiltà, deve crescere e quando arriverà al top della forma non ce ne sarà per nessuno. Quando inizia ad avere fiducia può far male a chiunque e darci un contributo maggiore”.

Commenti

Ippica: Appuntamento alla Vigilia di Natale all'Ippodromo Paolo VI
Corim Città di Taranto, il regalo di Natale arriva in anticipo: prova gagliarda e col Conversano è 2-2