Settori Giovanili

Massafra: Juniores, Montanaro 'Potevo fare di più; Cristofaro fondamentale per me'

06.04.2020 18:37

Dopo un buonissimo campionato, sospeso per via dell'emergenza sanitaria che sta attanagliando l'Italia da un mese e mezzo, i ragazzi della Juniores del Massafra sono costretti a restare a casa. Manca il calcio, il campo, i tecnici e i compagni al bravo centrocampista, classe 2002, proveniente dal Grottaglie, Andrea Montanaro che commenta il tutto...: "Questo che stiamo vivendo è un periodo abbastanza difficile per noi ragazzi di diciassette, diciotto anni. E' dura non trascorrere il proprio tempo libero con gli amici e coltivando le proprie passioni. In questa stagione avevo iniziato a giocare con la maglia del Grottaglie per poi approdare a Massafra in cui, anche grazie al tecnico Francesco Cristofaro, ho trovato un gruppo bellissimo e nuovi amici. In questo mese ci siamo sentiti spesso tramite chat anche se prima dell'emergenza Coronavirus ci eravamo allenati pochissimo per via dei disagi legati al nostro stadio".

IL CAMPIONATO: "Abbiamo disputato un bellissimo campionato tanto che, anche se non sarà completato, ci troviamo al quarto posto. Peccato perchè le ultime partite sono state condizionate dalla questione legata al campo e dal fatto che ci presentavamo all'incontro senza aver fatto allenamento durante la settimana. Nel girone di ritorno abbiamo perso soltanto due partite".

LA RIPRESA: "I campionati Juniores sono stati sospesi e, perciò, non so se ci ritroveremo nel prossimo mese. Intanto, spero di continuare con questo gruppo".

MONTANARO: "Penso che la mia stagione sia stata fatta di alti e bassi: sicuramente, potevo fare meglio. Ringrazio l'allenatore Cristofaro per la fiducia che ha avuto in me. Le mie caratteristiche? Sono un centrocampista più tecnico che incontrista: amo giocare da regista davanti alla difesa".

CRISTOFARO: "Per me lui è stato fondamentale visto che ha voluto il mio arrivo a Massafra. Mi sono trovato subito bene dato che è una persona rispettosa e che giustamente pretende rispetto. Oltre a tutto ciò è anche un bravissimo educatore: viste le grandi difficoltà degli ultimi tempi non si è mai tirato indietro e ci ha sempre invogliato a continuare dando il massimo".

OBIETTIVI: "Non so ancora quale sarà il mio futuro: spero, come detto, di giocare ancora con questi fantastici compagni e perchè no anche sotto la guida tecnica di Cristofaro. Sono un classe 2002 e quindi under: perciò mi piacerebbe giocare, quanto prima, in qualche campionato maggiore e farmi rispettare".

UFFICIO STAMPA MASSAFRA - ALESSIO PETRALLA

Si ringraziano:

 

Commenti

Da mercoledì 8 aprile chiuso per sanificazione l'ospedale 'San Pio' di Castellaneta
L'amarcord di TST: Taranto 2000-01, Cimadomo 'Quando Buso mi regalò la cravatta...'