News FdC

L'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili festeggia gli iscritti

21.01.2018 22:20

Alla presenza di Giuseppe Laurino, consigliere nazionale di categoria, l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Taranto ha premiato, nel corso di una cerimonia solenne, gli iscritti che hanno compiuto 40, 30 e 25 anni di professione.

Il Consiglio direttivo ha ritenuto di riservare alla festa degli iscritti uno spazio esclusivo per dare maggiore solennità alla cerimonia, a sottolineare l’attenzione che l’Ordine ha voluto dare a questo momento, che testimonia l’impegno diuturno nel mantenere prestigiosa la professione e al contempo operare per e con il territorio.

La cerimonia del 2018 ha avuto anche un’altra caratteristica, quella di premiare tutti i presidenti che si sono succeduti a Taranto. “Con questo gesto simbolico – afferma il Presidente dott. Cosimo Damiano Latorre – abbiamo ripercorso la storia del nostro Ordine. Ciascuno dei premiati di questa sera, a prescindere dal ruolo di Presidente o di iscritto, ed io con loro, hanno tutti contribuito, con dedizione, moralità e spirito di sacrificio,  a rendere grande e prestigiosa la nostra categoria”.

Nel discorso introduttivo Latorre ha sottolineato alcune delle caratteristiche dei Commercialisti ed Esperti Contabili: essere utili al territorio in cui si opera, essere un punto di riferimento professionale per imprese, enti locali, istituzioni e cittadini, fornire contributi di idee e progetti alle comunità, presidiare la legalità (colonna portante per il corretto sviluppo economico sociale e civile), tutelare la fede pubblica che sottende ad ogni attività professionale garantita, come quella del commercialista, dalla carta costituzionale.

Ed ha fatto poi riferimenti al presente e al futuro.  “Vogliamo affermare il nostro ruolo primario, di attori protagonisti – continua Latorre - che ci compete nella società in cui operiamo per formare il commercialista del futuro che si confronterà  con scenari sempre più ampi, più complessi, più veloci, straordinariamente mutevoli, ma ricchi di nuove occasioni professionali”.

Dunque un invito all’unione, all’attaccamento alla propria maglia, alla solidarietà, lealtà e trasparenza per essere sempre eticamente e deontologicamente irreprensibili. Infine Latorre ha sottolineato l’importanza dello studio e della formazione costante, che permette di aggiornarsi e specializzarsi, ed ha invitato ad allargare gli studi commerciali a forme di aggregazione multidisciplinari per poter guardare avanti con serenità, fiducia ed ottimismo.

“Solo così – ha concluso Latorre – il commercialista del futuro tornerà a risplendere di luce propria, diventando una stella nel firmamento delle professioni”. 

Questi i premiati.

Quarant’anni di professione: Bisestile Cosimo, Iosco maria, Nuzzo Franco, Pinto Antonio, Ricci Antonio, Serio Maria Addolorata.

 

Trenta anni di professione: Albano Anna, Aquaro Carlo, Fumarola Maria, Galeone Antonio, Gigante Cosimo Roberto, Lentini Paolo, Perrone Egidio Cosimo, Perrone Pietro,  Pulpo Maria, Sarli Augusto, Vinciguerra Luca.

 

Venticinque anni di professione: De Angelis Salvatore, De Meo Giovanni Pietro,  Distratis Ennio Giuseppe, Forleo Francesco, Fortunato Nicola, Gasparo Marco Vittorio, Lo Cascio Daniele, Mastrocinque Francesco, Mastroleo Vitantonio, Montemurro Fernando, Muschio-Schiavone Michele, Natali Fabio, Pichierri Rossana, Pignataro Gregorio Raffaele Leonardo, Ricupero Francesco, Sanarico Angela, Sgobba Giovanni, Stante Mario, Tazzoli Eliana, Valentini Antonio Rodolfo, Valentini Cosimo, Vicenti Angela, Vinciguerra Roberto.

 

Presidenti dell’Ordine dei Dottori Commercialisti  e dell’ex Collegio dei Ragionieri: Merico Antonio, Pastore Antonio, Presta Antonello, Tagarelli Mario, Latorre Cosimo Damiano, Montanaro Vito. Sono stati ricordati i compianti Petrachi Giulio, Maggio Salvatore, Lucarella Franco, Lamorgese Onofrio, Piccolo Giuseppe.

https://www.guidapsicologi.it/studio/drssa-daniela-anedda

Commenti

Prima Categoria gir.B, 15a giornata: risultati e classifica. Grottaglie, ancora una vittoria
Tutto da rifare per l'Atletico Martina