Taranto F.c. News

Panarelli: "È un pareggio bugiardo"

a cura di Massimiliano Fina

18.11.2018 19:13

A seguito della gara tra Taranto e Gelbison, terminata con il punteggio di 1-1 e valevole per l’undicesima giornata del Girone H del campionato di Serie D, sono intervenuti l’allenatore dei rossoblu Luigi Panarelli e Stefano D’Agostino, autore del pareggio su calcio di rigore. Ecco le loro dichiarazioni.

Panarelli: “Secondo me è stata la migliore partita del campionato, che se fosse finita 4-0 nel primo tempo non avremmo rubato nulla. Abbiamo avuto tantissime palle gol nitide. Ce la metteremo tutta e se questi ragazzi giocheranno sempre così verranno anche accompagnati da risultati positivi. Non abbiamo sbagliato gol clamorosi, quindi non vedo un problema di cattiveria. Si tratta di un pareggio bugiardo, ne prendiamo atto e andiamo avanti. Sul gol loro c'è stato un infortunio nel grande momento nostro in cui si poteva far gol, io non posso che rimanere in silenzio. Oggi ritengo che la squadra ha fatto benissimo, abbiamo giocato alla fine con un 3-2-5 e le abbiamo provate tutte, perché eravamo determinati per portare un risultato pieno. Da martedì ci rimboccheremo le maniche, non posso rimproverare nulla, è stata una partita stregata e c'è l'amaro in bocca da parte di tutti noi. Saranno due gare importanti, il Nardò è una squadra in salute e dobbiamo raccogliere punti, anche in virtù della partita di Fasano che ci aspetta il mercoledì successivo. Ho fiducia in tutti i ragazzi, su Ferrara sono sicuro delle sue qualità, lo seguivo già da due anni e l'ho voluto fortemente. Gioca come un over e l'ha dimostrato adattandosi su più ruoli”.

D'Agostino: "Abbiamo provato in tutti i modi a girare la partita a nostro favore, ma non ci siam riusciti, purtroppo non abbiamo potuto fare di più, attaccando tutto il tempo senza subire nulla. Oggi non abbiamo sbagliato nulla ed è andata così ma non bisogna cercare il colpevole. Bisogna far qualcosa in più, domenica giocheremo in un campo in cui non vinciamo da tanto tempo, e non c'è migliore occasione per sfatare questo taboo. Per quanto riguarda il gol ospite, è stato rocambolesco, Cavalli ha sbagliato solo uno stop e li abbiamo detto di star tranquillo perchè noi abbiamo fiducia in lui. Il problema è che prendiamo dei gollonzi. La mia condizione è ottimale, mi sento molto bene e non ho fatica nelle gambe, aiuto la squadra anche in fase di non possesso. L'infortunio è stato completamente superato. Il rigore? Sapevo di dover calciare forte, se non fosse partito così bene il tiro, magari il portiere avrebbe parato anche quello. A Taranto in quest'anno bisogna avere calma e non mettere in dubbio ciò che di buono si è fatto, ripartendo già da domenica. Voglio continuare sempre così, ma il mio obiettivo è vincere il campionato”.

Commenti

Basket | C Gold - Semaforo rosso per Taranto e Castellaneta
Troppo Manfredonia per la Corim. La capolista vince al “Bellevue”