Fuori dal Campo

Raccolta differenziata: lunedì 16 il posizionamento delle prime mini isole ecologiche

14.11.2020 11:36

Sta per partire la raccolta differenziata nel Borgo di Taranto. Da lunedì 16 il servizio ingegnerizzato, già realtà nel centro storico, sarà attivo nella città consolidata.

Ogni mini-isola ecologica, lo ricordiamo, è composta da quattro cassonetti intelligenti suddivisi per organico (marrone), multimateriale (di colore giallo, per carta, cartone, plastica e metalli), vetro (verde) e indifferenziato (grigio). Per accedere ai cassonetti ingegnerizzati è necessario utilizzare la card che gli utenti del Borgo hanno ricevuto a mezzo posta nelle scorse settimane (chi non l’avesse ancora ricevuta, o l’avesse smarrita, può farne richiesta presso il nostro punto informativo in piazza Garibaldi, di fronte al MarTa, o presso l’isola ecologica di via Crispi, dove è possibile anche ritirare il sottolavello e le buste per l’organico: è necessario presentare il proprio codice fiscale. In alternativa è possibile inviare una mail all’indirizzo l.esperti@amiutaranto.com indicando il proprio nome e cognome, indirizzo e codice fiscale: sarà l’azienda a comunicare le modalità di ritiro). Il sistema ingegnerizzato consente di conferire i rifiuti tutti i giorni, a qualsiasi ora, essendo dotati di chiusura ermetica (che blocca la fuoriuscita di cattivo odore).

«Il posizionamento delle mini-isole ecologiche, che andranno a sostituire gli attuali cassonetti – ha spiegato l’assessore all’Ambiente e alle Società Partecipate Paolo Castronovi – , sarà un processo graduale: ne saranno installate da quattro a cinque al giorno e si partirà da via Regina Margherita, per poi risalire il Borgo nei giorni successivi, fino al completamento dell’intera area».

L’estensione del servizio di raccolta differenziata nel Borgo è la nuova sfida dell’amministrazione Melucci e di Kyma Ambiente, ed è stata disposta con l’ordinanza sindacale 74 dello scorso 10 novembre. Segue il lancio del servizio ingegnerizzato già attivo nell’Isola Madre.

«Entro un anno dall’avvio nei quartieri Tamburi e Paolo VI, lo scorso febbraio, copriremo con il servizio l’intera città – il commento del sindaco Rinaldo Melucci –, grazie anche alla collaborazione di tutti i cittadini. La pandemia ci sta dicendo che cambiare abitudini e stili di vita è indispensabile, accogliere questa nuova modalità di gestione dei rifiuti è un passo che oggi dobbiamo compiere».

Per aiutare i cittadini in questa fase di transizione e di cambiamento è attivo il sito araccolta.it da cui è possibile attingere al materiale informativo sulle modalità di raccolta (dalle brochure che indicano il corretto frazionamento dei rifiuti al calendario degli orari di apertura delle isole ecologiche e dei Ccr). È possibile anche scaricare l’app “Riciclario” per tenersi aggiornati su tutte le evoluzioni del servizio.

«La rivoluzione è in atto – ha dichiarato il presidente Giampiero Mancarelli – e arriva nel Borgo: l’avvio della raccolta differenziata con il sistema ingegnerizzato, dopo il lancio in Città Vecchia, è un passo decisivo per pianificare anche la successiva estensione del servizio al resto del territorio. Invitiamo i cittadini a seguire le indicazioni fornite e a rispettare il corretto frazionamento e conferimento. Stiamo programmando il futuro ma occorre una risposta importante nel presente, a partire da lunedì».

Commenti

COVID: EMILIANO DISPONE INTERVENTO DI SOCCORSO DALL’ALBANIA ALLA PUGLIA PER L’ARCIVESCOVO DI TIRANA E PADRE BONAVENTURA.
Woman Grottaglie: Locorotondo, 'Con il Molfetta il nostro morale sarà più alto'