Taranto F.c. News

Francavilla in Sinni, Cupparo: 'Affrontiamo il Taranto in emergenza ma cercheremo punti'

02.02.2021 16:32

DI ALESSIO PETRALLA

Mercoledì il Francavilla in Sinni sfiderà il Taranto nel turno infrasettimanale valevole per la quindicesima giornata d'andata. A presentare questa sfida, intervenuto alla trasmissione "Chi Segna Vince", in onda ogni martedì pomeriggio su Jo Tv, è il numero uno dei lucani Tonino Cupparo: "La multa presa? Non so' proprio cosa l'arbitro abbia potuto vedere. Non condivido il fatto che abbia scritto che sugli spalti ci fosse gente che non poteva assistere al match. Per dignità nei confronti della mia comunità e della squadra che rappresento voglio fare chiarezza: come fa un direttore di gara che non ha accesso alla lista spettatori ma solo alle distinte ad affermare ciò? In altri stadi, in tribuna, ci sono anche duecento persone mentre qui non si supera il numero massimo previsto dalla legge, vale a dire le trentacinque presenze per società. Faremo ricorso".

IL FRANCAVILLA IN SINNI: "Eravamo in salute ma ora giocare a Taranto senza due pedine importanti come Nolè e Del Col, che domenica non aveva fatto niente, sarà molto dura: non abbiamo i ricambi che vantano altre società. Queste due assenze si aggiungono a quella di Pagano al quale sono state incrinate tre costole nella sfida con il Real Aversa e a quella di Donut che è uno dei centrali difensivi titolari. Forse riusciremo a recuperare Navas che domenica è uscito dal campo con una caviglia gonfia. Mercoledì, invece, il Fasano nostro scorso avversario, sarà al completo: premettendo che è una società amica, però, l'arbitro non ha avuto lo stesso metro di giudizio. Con questo referto ci fanno passare per delinquenti".

ALEKSIC: "Non sono aggiornato sulle sue condizioni ma potrebbe non essere disponibile visto che domenica è entrato forzatamente in campo perchè, dopo il rosso rimediato da Nolè, era l'unico che poteva dare peso all'attacco. Quei trentacinque minuti su un campo pesante potrebbero aver influito sulla sua condizione".

IL TARANTO: "Ho visto gli ionici all'opera con il Casarano: in quella sfida meritavano di vincere anche se nessuna delle due formazioni ha tirato in porta. Con fortuna e tenacia i leccesi riuscirono a strappare il pareggio all'ultimo secondo. Si tratta di una formazione con tanti calciatori di categoria pronti a lottare. Il Taranto che sfideremo mercoledì lo ritengo, addirittura, più forte rispetto a quello di Casarano visto, anche, l'arrivo di Tissone che fa parte di un altro emisfero calcistico".

LA GARA: "I rossoblù tornano a giocare allo "Iacovone" campo largo in cui ci sono molti spazi utili ai forti e tecnici calciatori di Laterza. Inoltre, noi arriviamo a quest'impegno in piena emergenza e, perciò, sarà una partita difficilissima. Cercheremo punti perchè poi ci attendono altre sfide difficili partendo da quella interna con l'Altamura e dalle due trasferte di Andria e Portici. Bisogna muovere la graduatoria".

LAZIC: "Il nostro rapporto non è frutto ne di segreti e ne di trucchi ma solo di affetto che va oltre il calcio. Esiste un rispetto reciproco: è soddisfatto di stare qui e noi siamo contenti di avere una persona di fiducia che si occupa della squadra. Fatta eccezione per la scorsa strana stagione abbiamo sempre ben figurato. Facciamo calcio per passione: in un paesino al sud della Basilicata non può essere altrimenti. La serie D è la nostra serie A che ci permette di farci conoscere, visto che in passato la gente non sapeva neanche dove si trovasse Francavilla, e di sfidare realtà blasonate: in passato ci siamo tolti anche qualche soddisfazione".

Si ringraziano:

 

Commenti

Covid: Il bollettino della Puglia del 2 febbraio. 879 casi su 8701 test. 143 nel tarantino
Pattinaggio Artistico Taranto, a Corigliano d'Otranto arrivano undici medaglie!