Taranto F.c. News

Guarracino: "Speriamo di tornare da Taranto con un risultato utile"

a cura di Massimiliano Fina

22.12.2018 13:28

In vista dell'ultima gara del girone di andata che si disputerà domani allo stadio Erasmo Iacovone, è intervenuto ai nostri microfoni l'allenatore del Sorrento Antonio Guarracino

Quali possono le insidie di domenica?

“Basta controllare la rosa del Taranto, una squadra importante, un blasone di una città, uno stadio che mette paura, una classifica che vi vede proiettati nelle prime posizioni, un trend molto positivo dopo le prime giornate. Un po’ di timore ci deve essere altrimenti si rischia di essere poco realistici”.

Quale lo stato di forma del Sorrento e come arriva a questa gara?

“Il Sorrento è una squadra che deve prendere atto che siamo in un girone difficile. Una squadra molto giovane, che dia battaglia su tutti i campi, dobbiamo rendere cara la pelle anche con le squadre che hanno qualcosa in più di noi. Non partiamo battuti assolutamente. Lo stato d’animo attuale è positivo, veniamo da una grande prestazione e una vittoria con una squadra molto importante. Ci siamo resi conto che se manteniamo un livello di attenzione molto alto, possiamo dare filo da torcere a chiunque”.

Cosa potrà fare la differenza in una gara del genere?

“Se andiamo da tifosi del Taranto, sicuramente le individualità. Se invece guardiamo dal punto di vista nostro: la voglia di sacrificio e di combattere su ogni pallone per andare a compensare questo dislivello tecnico che c’è tra le due squadre. Speriamo che prevalga il nostro di intento per tornare da Taranto con qualcosa di importante che ci possa far muovere la classifica e darci indicazioni positive per il prosieguo”.

Dopo i quattro i colpi di mercato con cui il Sorrento si è rinforzato e domenica è stato protagonista proprio il nuovo innesto Figliola, la società ha intenzione di migliorare ulteriormente la rosa?

“Si, perché tra chi è arrivato e chi è andato via siamo numericamente inferiori. Però gli innesti devono essere di qualità per arricchire la rosa e migliorarla. Non si tratterà di mettere insieme, di integrare con giocatori di secondo piano,  se dovesse arrivare qualche rinforzo come già abbiamo fatto arriverà per dare qualità. Se parliamo di svincolati dobbiamo vedere i motivi per i quali lo sono controllando ovviamente lo stato fisico, se ci riferiamo al mercato professionistico dobbiamo aspettare i primi di gennaio”.

 

Commenti

Bova: "È una partita fondamentale"
Corim Città di Taranto, il regalo di Natale arriva in anticipo: prova gagliarda e col Conversano è 2-2