2a Categoria

Tutto da rifare per l'Atletico Martina

22.01.2018 00:45

Atletico Azzurri Santa Rita: Caiolo, Jatta, Mazzoni Davide, Semeraro, Giannello, Bagnulo, Masiello C., Masiello A., Montanaro, Tarì, Bondi. A disposizione: Mazzoni Diego, Colella, Saponaro, Zito, Gigliola, Magli. All.: Antonio Epifani.

 

Atletico Martina: Conserva, Greco, Palmisano V., Masi, Marangi, Messina, Sisto, Pasculli, Tagliente, Palmisano G., Caroli. A disposizione: Pascullo, Basta, Lenoci, Sforza, Mappa, Carrieri, Cassano. All.: Ambrogio Lella.

 

Reti: 12' Jatta, 15' Sisto (AM), 29' Caroli (AM)

 

Ammoniti: Masiello C. (SR); Greco, Messina (AM)

 

Espulsi: 28' Semeraro (SR)

 

Recupero: 3' pt.

 

Arbitro: Alessandro Cezza della sezione di Bari

 

Tutto da rifare per l'Atletico Martina, che contro l'Atletico Azzurri Santa Rita chiude in vantaggio il primo tempo per 2-1 e con un uomo in più (a causa dell'espulsione di Semeraro per i padroni di casa), ma poi deve arrendersi alla decisione dell'arbitro Cezza, che opta per la sospensione immediata e definitiva del match a causa della pioggia, senza attendere la schiarita meteorologica, arrivata dopo una manciata di minuti dalla decisione arbitrale. Nei primi 45 minuti di gioco, in realtà, l'Atletico Martina va in rete per 3 volte, anche se l'arbitro, in occasione della marcatura di Palmisano G. ha un abbaglio incredibile e non convalida la rete del bomber martinese, decretando il pallone rimbalzato sul palo che delimita la porta, anziché entrato in rete e respinto in campo dopo aver sbattuto contro il montante in ferro all'interno della porta. Un errore davvero assurdo, che rischia di compromettere la gara, visto che gli animi dei 22 in campo si surriscaldano ed a farne le spese è il centrocampista dei padroni di casa Semeraro, apparso nervoso sin dai primi istanti del match, che finisce anzitempo negli spogliatoi. La giornataccia dell'arbitro si completa con la mancata espulsione di Jatta, che rifila un bruttissimo calcio sulla gamba di Palmisano G. a gioco fermo, gesto sul quale il fischietto barese è distratto perché rientra verso il centrocampo dando le spalle ai giocatori che fino a qualche secondo prima non si stavano certo scambiando complimenti.

Una gara che poteva dare un ulteriore slancio ai ragazzi di mister Lella, bravi a non demoralizzarsi dopo lo svantaggio iniziale (il Santa Rita trova la rete dell'1-0 al 12' grazie alla punizione di Jatta che deposita il pallone alle spalle di un Conserva poco reattivo) e a trovare subito il pareggio con un colpo di testa di Sisto, ottimamente servito da una punizione dell'ex dell'incontro, Messina. Al 26' Palmisano G. trova la rete dell'1-2, ma abbiamo già detto della colossale svista dell'arbitro ed al 29' c'è la rete di Caroli, che mette alle spalle dell'incerto Caiolo un calcio di punizione. Poco dopo la mezz'ora arriva il bruttissimo fallo, non sanzionato, del numero 2 dell'Atletico Santa Rita, che scalda ulteriormente la temperatura dei giocatori in campo.

Tutto inutile, comunque, visto che la partita si rigiocherà, in data da stabilire, e ripartirà dal 1', quindi sul risultato di 0-0 ed in 11 contro 11. La decisione della sospensione definitiva dell'incontro da parte dell'arbitro Cezza resetta tutto, tranne la sua pessima giornata ed i segni dell'intervento di Jatta sull'arto di bomber Palmisano, come si evince dalla foto allegata all'articolo.

https://www.guidapsicologi.it/studio/drssa-daniela-anedda

Commenti

Prima Categoria gir.B, 15a giornata: risultati e classifica. Grottaglie, ancora una vittoria
Il Brindisi stravince a Sava, 5- 1