Basket Maschile

Pu.Ma. Trading TA, emozionante incontro con Piero Pizzi

Il capitano Gabriel Gonzalez e i dirigenti Ricatti, Appeso e Marzulli hanno donato una maglia autografata al tifoso tarantino malato di Sla. Una grossa emozione per tutti

27.03.2018 22:40

Ci sono delle vittorie che vanno al di là del risultato sportivo, che non portano punti in classifica ma fanno tanto bene al cuore. Nel suo piccolo il Cus Jonico Basket Taranto si è regalato una delle pagine più emozionanti della sua storia extrasportiva vivendo da vicino un’altra storia, di grande dignità, passione e tifo. Quella del signor Piero Pizzi. A dire il vero doveva essere un regalo, un dono quello della maglia rossoblu, della squadra di coach Caricasole firmata da tutto lo staff tecnico e societario, da portare a casa dello sfortunato tarantino malato da tempo di SLA (sclerosi laterale amiotrofica) ed invece il regalo lo ha fatto lui al Cus Jonico, con la sua forza, con la sua gioia di vivere pur da un letto senza poter più parlare, senza potersi muovere. Forza e gioia che hanno letto negli occhi che, emozionati, componevano le parole al visore, unico strumento che Piero usa per interagire col mondo esterno, il capitano Gabriel Gonzalez e i dirigenti Spiro Ricatti, Vito Appeso e Paolo Marzulli che lo hanno raggiunto nella sua abitazione.

“Grazie mille di essere venuti, grazie mille della casacca grazie per avermi onorato della vostra presenza – ha scritto Piero appassionato e tifoso vero dei colori rossoblu senza confini di sport e di squadre - grazie al capitano (Gonzalez, ndr), grazie di avermi portato fuori per un attimo dalla bastarda malattia detta comunemente sla, grazie di tutto, avevo gli occhi gonfi di lacrime di gioia e non potevo descrivere appieno il mio momento di sollievo”.

E se lui le parole le ha trovate, in compagnia della moglie da sempre al suo fianco, la sua ha finito per mettere a loro agio Gonzalez, Ricatti, Appeso e Marzulli che però fanno fatica a freddo a parlare dell’incontro: “Sono quei momenti, quelle persone che ti fanno riflettere su tante cose, sul vero senso della vita, l’esempio di Piero è qualcosa che va al di là dell’immaginabile. Siamo emozionati è dire poco” hanno detto in coro. È proprio vero la maglia l’ha donata il Cus Jonico ma siamo noi a dover ringraziare uno dei nostri primi tifosi, Piero Pizzi.

 

 

https://www.guidapsicologi.it/studio/drssa-daniela-anedda

Commenti

William Venza, weekend da protagonista: doppia medaglia d'argento
VIDEO / E' online Calcio di periferia, la prima serie YouTube dedicata al calcio amatoriale "made in Taranto". Il Teaser Trailer