Taranto F.c. News

Favetta: "Le vittorie portano serenità e tranquillità"

a cura di Massimiliano Fina

11.11.2018 18:49

A seguito della gara del Taranto contro il Gravina, e vinta per 3-0 dal Taranto grazie a Favetta, Oggiano e D'Agostino, sono intervenuti in sala stampa Mister Panarelli, l'allenatore in seconda del Gravina Dell'Oglio e l'attaccante Ciro Favetta. Qui di seguito sono riportate le loro dichiarazioni.

Favetta: "È una bella emozione sentire gli applausi di tutto lo stadio. Una partita non facile, resa facile da noi, una vittoria importante che ci permette di affrontare mercoledì un'altra gara difficile. Giocare con i due esterni over, mi permette di ricevere più cross e quindi creiamo di più. Oggi abbiamo dimostrato il continuo di Fasano, una vittoria che ci voleva. La squadra viene fuori col tempo, il mister non conosceva bene tutti, è stato bravo a creare questo gruppo ed è normale più passa il tempo ci conosciamo e alleniamo meglio. Le vittorie portano serenità e tranquillità. Ad Altamura sarà una partita difficile, noi andremo lì faremo la nostra partita e diremo anche la nostra. Di oggi mi è piaciuta la concentrazione di ognuno, tutti abbiamo fatto il nostro compito e ci siamo aiutati. Secondo me questa squadra deve continuare con questo passo e vincere. Io faccio molti sacrifici per mantenermi in forma, è normale che sia così visto che questo è il mio lavoro. Sono contento del gol e del risultato, e mercoledì non vediamo già l'ora di giocare”.

Panarelli: “Questa squadra ha tutti potenziali titolari, per me la gara è nei 95 minuti, io cerco di utilizzare tutti. Di Senso è un giocatore duttile, ho pensato di spostare Oggiano poi sulla fascia sinistra. Sono contento per i ragazzi, perché sono esigente con loro e tutti rispondono alla grande. Noi dobbiamo sempre migliorare, perché ci sono margini per fare di più, perché sappiamo anche che c'è l'avversario. Il Gravina ha degli ottimi elementi in rosa, sapevamo di incontrare una squadra attrezzata, e dobbiamo mantenere i piedi per terra anche perché mercoledì ci aspetta una gara importante. Per questo Taranto ci sono più soluzioni possibili, questi ragazzi hanno un valore e gli under stanno rispondendo alla grande. Anche in altre gare siamo stati i soliti, dimostrando di essere una squadra caparbia e che vuole fare risultato. C'è dietro un grande lavoro anche perché è stata inculcata una mentalità vincente in ognuno di loro. Ci sono giocatori importanti, anche perché a nessuno piace stare in tribuna. In questa squadra c'è solidità, è un gruppo coeso. Il gioco oggi è stato limpido, ma il bel gioco si vede anche quando una squadra non subisce ed è compatta, c'è sicuramente tanta strada da fare. Ho una staff all'altezza, ma io non mi accontento perché vincere non basta, dobbiamo andare avanti ed essere umili. Sono stati due anni bellissimi ad Altamura, sarò sempre grato a loro perché mi hanno fatto iniziare ad allenare e mercoledì saluterò tanti amici”.

Dell’Oglio: “Abbiamo affrontato un Taranto forte, giocando in casa ha una forza in più, aiutato dal pubblico. Ritornare qui da mister mi ha fatto piacere, ho salutato tanti amici e ringrazio Antonio Borsci e Mister Carrano per avermi fatto giocare qui. Abbiamo preparato questa partita al meglio, ma dopo il gol subito abbiamo cercato di mediare velocemente. La qualità del Taranto ha dimostrato che sono più squadra di noi. Abbiamo affrontato una grande squadra, però essere remissivi e non propositivi non mi è piaciuto. Il gol di Oggiano è stato una mazzata, abbiamo cercato di reagire ma non è bastato. Chiediamo io e il mister scusa per questa brutta prestazione, cercando di rimediare e di far meglio nella prossima gara”.

Commenti

Basket - C Gold: Taranto giganteggia, Castellaneta respira
Corim Città di Taranto, stop a Noci