Ippica

Zingaretti Grif senza problemi

Taranto – Resoconto di martedì 5 dicembre 2017

05.12.2017 23:50

La prova principale della giornata era riservata ai due anni alle prese sulla media distanza, nella quale il match atteso era quello tra Zaffiro Luis e Zingaretti Grif. All’atto pratico i due favoriti non deludevano le attese, con Zingaretti Grif che sfilava dopo 400 metri e si teneva fuori dalla portata di Zaffiro Luis, che ci provava ai 600 finali. L’allievo do Giorgio D’Alessandro Jr completava il doppio chilometro a media di 1.17.8. Alle loro spalle emergeva per il terzo posto Zanta Fe Sm.

Il convegno veniva aperto dalla vittoria di Ulterior Vil, con Elena Villani, che bissava il recente show foggiano nel quale vinse da 1.11.6. In questa circostanza il figlio di Eldgrado Vil andava più piano, ma comunque rifiniva il tutto in 1.13.4 sfuggendo agevolmente a Smile Wf. A seguire ritrovava la strada del successo Selenia Mn, con Giovanni Petraroli, che passava in vantaggio dopo 600 metri e faceva corsa per proprio conto respingendo un timido attacco di Templier Du Lac. La saura da Zinzan Brooke Tur copriva la distanza a media di 1.15.1. La terza corsa era abbinata alla II Tris, nella quale si affrontavano i tre anni sul miglio. Valido Bargal, con Cosimo Fiore, si aggiudicava la corsa nonostante una breve incertezza marcata sulla seconda curva. L’erede di Merckx Ok ritornava aggressivo al largo e faceva un solo boccone degli avversari, tra i quali Vatanen precedeva Violette Gio. Nell’altra prova per i puledri emergeva nettamente Zerozerosette, interpretato da Mario Minopoli Jr, che scattava con azione decisa a centro pista sulla piegata conclusiva e, nonostante un leggero allargamento, riusciva a ritornare dritto e prevalere da 1.18.3 nei confronti di un ottimo Zeman, autore di costante percorso esterno. Per quanto riguarda la prova femminile delle quattro anni, Una Vita, con Daniele Esposito, risolveva la pratica grazie ad una lunga progressione che le consentiva di rimontare Univoca Ral e precederla a media di 1.16.3. Nella reclamare per i tre anni Vanilla Di Tom, con Antonio Convertini in sulky, seguiva tutta strada Vlad Vik, lo attaccava in retta d’arrivo e prendeva il sopravvento, complice anche la rottura di Vagabondo Ghibi in zona traguardo. La figlia di Fly To The Moon concludeva da 1.16.2. Il pomeriggio veniva chiuso da una maratona sui 2600/20 metri vinta a sorpresa da Usador Ferm, con Marcello Melis,  a media di 1.19.0, che scattava ai 200 finali e pizzicava Olivo Del Rio, che era passato in vantaggio a metà della curva finale.

 

Omar Tufano 

Commenti

L’Atletic Club Taranto vola: vince tre a zero ad Altamura ed ora è primo
Martina Calcio, in sei lasciano la squadra. Presto i nuovi arrivi