1a Categoria

Pino Minosa a TST: 'La ripresa? Non sarà come gli altri anni...'

L'ex tecnico del Massafra: 'Non capisco ancora le cause della separazione con i giallorossi. Il futuro? Sto valutando'

21.04.2020 20:56

DI ALESSIO PETRALLA

Un periodo delicato per tutti, per via del Coronavirus, così come per l'ex tecnico del Massafra Pino Minosa che, a Tutto Sport Taranto, lo commenta parlando anche del suo futuro: "Vivo questo periodo un po' come tutti: non è, assolutamente, un periodo piacevole fatto di un pizzico di paura e di timore oltre che di speranza di riprendere quanto prima le attività. In questi giorni sto avendo la possibilità di confrontarmi telefonicamente anche con altri colleghi: valutiamo le migliori ipotesi per la ripresa e ci teniamo in aggiornamento".

LA RIPRESA: "Non me la immagino come tutti gli anni visto che molte squadre potrebbero fallire. Affrontare un campionato vorrebbe dire avere grosse precauzioni mediche e quindi abbastanza denaro per sostenerle. La speranza è quella di tornare a giocare come prima anche se ora servirà una particolare attenzione sanitaria. Vediamo quante formazioni si iscriveranno nei prossimi campionati dilettantistici".

PRIMA CATEGORIA/B: "Penso che il Locorotondo salirà in Promozione. Per quanto riguarda la seconda della classe non so se verrà promossa o gli sarà data la chance di giocare il play off. Come stava la classifica questi spareggi per quarta e quinta salterebbero: lo dico con un pizzico di rammarico perchè proprio al quarto posto si trova il Massafra che ho allenato per buona parte della stagione. Stavamo facendo bene e poi per motivi che non conosco è finita con il distacco tra le parti. Poteva andare diversamente ma ho accettato la scelta".

IL FUTURO: "Mi guardo intorno e valuto alcune proposte arrivate già prima di quest'epidemia. Mi piacerebbe un progetto serio. Avrò ancora tanto tempo per decidere...".

Si ringraziano:

 

 

Commenti

Formare oggi per ripartire domani: la Real Virtus Grottaglie partecipa alle iniziative del Settore Giovanile e Scolastico della Figc
Melucci: «Costa Favolosa, non ricordiamoci di Taranto solo per le emergenze»