Taranto F.c. News

Mario Giappone a TST: 'A Taranto avrei voluto giocare di più: sfortunato per infortunio'

L'ex portiere rossoblù: 'Non capisco le cause del trend negativo. Non ci mancava niente'

10.04.2020 19:46

DI ALESSIO PETRALLA

Una parentesi sfortunata quella vissuta a Taranto per il bravo portiere under Mario Giappone che dopo qualche mese ha subito un infortunio che gli ha scombussolato i piani. L'attuale estremo difensore del Chieri (serie D/A), commenta, a Tutto Sport Taranto, il periodo particolare della nazione e del mondo dello sport: "In questo periodo mi sto allenando da solo sperando che questo momento finisca subito. C'è voglia di ricominciare a giocare".

LA RIPRESA: "A livello fisico ci sarà da recuperare visto il lungo stop; mentalmente, però, sto e starò bene. Dai calciatori di serie A a quelli di serie D non cambia niente anche se, ovviamente, nella massima serie c'è una maggiore tutela. A livello economico, poi, i giocatori professionisti hanno i contributi e stipendi pazzeschi mentre noi no: io non ho famiglia ma mi metto nei panni di amici e colleghi che hanno anche figli e che vivono di calcio...".

TARANTO: "Della parentesi in rossoblù ho tanti bei ricordi. In riva allo Ionio sono stato benissimo. Poi, lo sfortunato infortunio. Sono, comunque, contento di aver potuto giocare davanti ad una tifoseria così calorosa".

STAGIONE NEGATIVA: "Non so cosa sia mancato al Taranto. Posso confermare che si stava bene e che non ci mancava niente. Ovviamente, ci sta perdere qualche partita. La squadra era molto forte. Ora non sono più in Puglia e non so le motivazioni dei risultati non positivi dell'ultimo periodo".

IL GIRONE H: "E' un raggruppamento molto tosto e bello in cui le formazioni sono tutte allo stesso livello. Mi ha sorpreso il Sorrento che pensavo puntasse alla salvezza".

RAMMARICO?: "Sicuramente, mi sarei aspettato di giocare di più ma a causa dell'infortunio non è stato possibile. Inoltre, Sposito è stato bravo nella nostra sana competizione. Con lui mi trovavo bene".

INTERVENTI IMPORTANTI: "Avendo giocato poco non ho fatto tante parate. Ne ricordo con piacere una in quel di Casarano: vincevamo 0-1 e salvai il risultato".

Si ringraziano:

 

 

 

 

Commenti

VTT Comes: Minelli, 'Ringrazio staff e società; ho allenato un gruppo fantastico'
Coronavirus: nuovo decreto, Conte prolunga il lockdown dal 14 aprile al 3 maggio