Taranto F.c.

Punto D/H: Elio Di Toro, 'Il Taranto può dare filo da torcere a tutte...'

L'ex ds del Cerignola a TST: "Scontri diretti importantissimi per la marcia dei rossoblù'

08.01.2020 19:20

DI ALESSIO PETRALLA

Un campionato equilibrato ed avvincente quello della serie D girone H che a, Tutto Sport Taranto, analizza nel dettaglio l’ex ds del Cerignola Elio Di Toro: “In questo raggruppamento ci sono squadre forti ed attrezzate. Si tratta di un campionato bello ed avvincente: chi manterrà i nervi saldi fino alla fine la spunterà…”.

LA ZONA BASSA: “Qualche squadra è indietro ma basta poco per uscirne. L’importante è non trovarsi impelagati visto che attualmente il divario non è enorme. Siamo solo alla seconda giornata di ritorno e ci sarà da lottare”.

IL TARANTO: “Con il mercato invernale si è rifatto il look con alcune pedine. In rosa ha sempre dei calciatori importanti e forti. Alla luce di quanto visto nelle ultime uscite darà filo da torcere a tutte”.

LE SORPRESE: “Ci sono due formazioni che stanno facendo molto bene, vale a dire Sorrento e Fasano che stanno percorrendo un cammino sorprendente con grande entusiasmo e voglia di fare bene. Per quanto riguarda le delusioni è un po’ presto per parlarne: ci andrei cauto visto che ci sono tante gare da giocare. Il girone di ritorno è un altro campionato”.

LA RIMONTA: “A Taranto c’è una società e un direttore che stanno svolgendo al massimo il loro lavoro. Negli ultimi due turni i rossoblù hanno conquistato due vittorie esterne su due campi difficili come quello di Andria e di Brindisi. Gli ionici possono dire la loro fino alla fine e fare risultato su ogni campo. Devono necessariamente dare continuità a questi due successi altrimenti uscirebbero fuori dai giochi”.

GLI SCONTRI DIRETTI: “Questi per la formazione di Panarelli sono molto importanti: i punti varranno doppio e poterli disputare in casa potrebbe significare un vantaggio. Al momento, però, devono pensare gara dopo gara”.

IL MERCATO: “Il colpo grosso dell’inverno è stato l’acquisto del Casarano di Favetta che è un calciatore che stimo: sul suo valore penso che siamo tutti d’accordo. Quella che ha cambiato di più in organico, invece, è la Fidelis Andria”.

Si ringraziano:

 

Commenti

Vibrotek: Schiavone, 'Con la giusta determinazione possiamo battere Terlizzi'
Corim Città di Taranto, Di Gioia: “sarà un girone di ritorno molto combattuto”