Promozione Pugliese

Grottaglie, brutta battuta d'arresto nel derby col Castellaneta

A cura di Giuseppe Patruno

19.01.2020 23:51

Battuta d'arresto amara per il Grottaglie sconfitto sul proprio terreno di gioco dal Castellaneta per due reti ad una.

Squadre che scendono in campo con obiettivi differenti, il Grottaglie per puntellare la classifica in ottica salvezza e per vendicare la sconfitta dell'andata, gli ospiti per continuare la corsa play off.

Si conoscono bene Grottaglie e Castellaneta che infatti tendono ad annullarsi, la gara è comunque piacevole per l' ardore agonistico dei 22 in campo.

Al di là di ogni valutazione è  un episodio che determina e condiziona l'esito della gara.

Minuto 43, il Castellaneta, in svantaggio e sino a quel momento inconcludente, batte un calcio di punizione dalla trequarti, sugli sviluppi cade in area Dibenedetto, verosimilmente colpito al volto da Lecce, intervento deciso del Sig. Aldi che concede il penalty ai bianco rossi ed espelle il difensore.

Il primo tempo si chiude  con la realizzazione di Gjonaj dal dischetto con Caliandro che intercetta la conclusione angolata che nonostante la deviazione finisce la sua corsa in fondo alla rete.

Essere raggiunti sullo spirare del tempo e con la prospettiva di affrontare la seconda frazione  con l' uomo in meno, pone l' Ars et Labor in una condizione psicologica complicata ed infatti ad inizio ripresa ne approfitta subito il subentrato Albano che sigla il gol partita.

Il Grottaglie ha cuore ed orgoglio per tentare la difficile rimonta ed inizia a macinare gioco  guadagnando campo e sciupando con Iunco la più facile delle occasioni per quello che sarebbe stato un  meritatissimo pareggio.

 

La cronaca: la prima vera occasione da rete è degli ospiti al 9' con Recchia che chiude un triangolo con Dimatera in piena area di rigore ma sul più bello si fa sbarrare la strada da un superlativo Caliandro che para basso alla sua sinistra.

Tre minuti dopo è vantaggio Grottaglie con l' under Venneri, al primo gol con la casacca dell' Ars et Labor: Pisano affonda sulla destra e crossa teso sul primo palo, Napolitano intelligentemente  prolunga di prima intenzione sul secondo palo dove irrompe Venneri che insacca di testa.

Non c'è la reazione degli ospiti che anzi rischiano grosso al 17' con il tiro di poco alto di Napolitano, ben servito da De Giorgi dopo un cost to cost.

Al 30' ancora Grottaglie, Napolitano serve con il contagiri sulla sinistra l'attivissimo Venneri che gira di prima intenzione in area di rigore dove né il capitanoTedesco riescono ad intervenire.

Il Castellaneta non riesce a trovare sbocchi offensivi e soffre l' ottima disposizione tattica dei ragazzi di Pizzonia che con Turco al 34' vanno ancora vicini al due a zero.

Al 43' l'episodio già descritto che manda tutti negli spogliatoi tra le vibranti proteste dei bianco azzurri.

 

Nella ripresa D' Alena prova a vincerla e sostituisce subito il portiere over Lovecchio con l' under Zigrino, liberando così all'ingresso in campo di Albano per il classe 2001 Dettoli, e dopo 2' dal suo ingresso in campo il centravanti al minuto 50 sigla il gol partita chiudendo un'azione orchestrata dalla sinistra da Pinto.

Sessanta giri di lancette e Fonzino suona subito la carica  con una conclusione debole dal limite.

E' un fuoco di paglia perchè i padroni di casa non risultano incisivi in fase offensiva nonostante un marcato predominio territoriale.

Al 60' Pizzonia rischia il tutto per tutto e getta nella mischia Iunco, gli fa posto Lotito,  schierando un Grottaglie spregiudicato con Tedesco, Napolitano ed un altro attaccante, Sangermano, e con il passare dei minuti aumenta il volume di gioco offensivo.

Al 76' l'occasione migliore capita sui piedi di Iunco che raccoglie al limite dell'area piccola un tiro cross di Fonzino proveniente dalla destra, mette a sedere il diretto avversario ma calcia incredibilmente fuori a porta spalancata.

Sul capovolgimento di fronte, al 77', bravissimo Caliandro in uscita disperata ad anticipare Favale lanciato a rete.

Spinge forte il Grottaglie sull' acceleratore e gioca bene tanto da annullare il gap dell' uomo in meno ma il Castellaneta, squadra esperta e ben disposta in campo, rischierà infatti solo in pieno recupero  quando Margarito su azione di calcio d'angolo alza poco alto di testa.

Poco prima del fischio finale espulso anche Turco per proteste, il Grottaglie domenica prossima  nella tana dello Sly dovrà fare a meno di due centrali difensivi titolari.

Dopo 5' minuti di recupero, il Sig. Aldi della sezione di Finale Emilia, che a tratti è sembrato inadeguato, fischia la fine delle ostilità.

 

Risultato negativo ma resta la prestazione di valore. La squadra ha ritrovato identità di gioco e fluidità di manovra, il che fa ben sperare in vista dei prossimi probanti impegni con lo United Sly fuori e contro la Vigor Bitritto in casa.

Terreno in discrete condizioni, buona l'affluenza di pubblico.

 

TABELLINO

Reti: Venneri 12'(AeL), Gjonaj 45' Rig. (C), Albano 50' (C)

Ammoniti: De Giorgi 19' (AeL), Dibenedetto 29' (C), 68' Tedesco (AeL), 79' Macaluso (C), 82' Recchia (C), 83' Napolitano (AeL),  

Espulsi: Lecce 43' (AeL), Turco 90+2 (Ael)

 

ARS ET LABOR GROTTAGLIE : Caliandro, De Giorgi, Venneri, Lotito ( 58' Iunco), Turco, Lecce, Pisano, Fonzino (81' Margarito), Tedesco (89' Gigantiello), Napolitano (89' Morelli), Messina (58' Sangermano).

A disposizione: Costantino, D’Andria, Cavallo, De Furia.

Allenatore : Vincenzo Pizzonia.

 

CASTELLANETA: Lovecchio (48' Zigrino), Fago, Russo, Panzalea, Macaluso, Dibenedetto, Recchia, Dettoli (48' Albano), Dimatera (82' Romanelli), Gjonaj (77' Favale), Pinto.

A disposizione: Gravina, Labalestra, Borgia, Gasparre, Petrosino.

Allenatore Pasquale D'Alena.

 

Commenti

VTT Comes: Vittoria a Specchia e qualificazione in coppa Puglia conquistata
La carta vincente della Quero-Chiloiro