Fuori dal Campo

Via libera da parte dell'Ema al vaccino AstraZeneca dai 18 anni. Domani riunione Aifa per l'approvazione

29.01.2021 20:14

Via libera dell'Ema al vaccino AstraZeneca per le persone dai 18 anni.

"L'agenzia europea del farmaco ha dato l'ok al vaccino Astrazeneca. È una notizia incoraggiante. La battaglia contro il virus è ancora complessa, ma avere a disposizione un altro vaccino efficace e sicuro ci da' più forza nella campagna di vaccinazione". 
Lo ha scritto in un post su Facebook il ministro della Salute Roberto Speranza. 

Per l'Ema il vaccino di AstraZeneca può essere utilizzato anche per gli over 55 "anche se non ci sono ancora molti dati poiché la maggior parte dei partecipanti ai test avevano un'età compresa tra i 18 e i 55 anni", si legge nella nota dell'Ema.

"Non abbiamo molte informazioni sull'efficacia del vaccino AstraZeneca nella fascia di età degli over 55, ma il 13% dei pazienti inclusi in questa analisi erano anziani.

Lo raccomandiamo sulla base dei dati e dell'esperienza accumulata con gli altri vaccini.

Ci attendiamo qualche tipo di efficacia anche per questo sub-gruppo, anche se l'esatto livello di efficacia non può essere stimato ora".

Lo dichiara un esperto dell'Ema, Bruno Sepodes, aggiungendo: "Questo significa che può essere usato, ma se ci sono altre opzioni sono preferibili".


"Non sappiamo ancora se il vaccino AstraZeneca sia efficace di fronte alle varianti ed abbiamo chiesto all'azienda di fornire dati, come abbiamo fatto con le altre case farmaceutiche".

 

Così la direttrice dell'Agenzia europea del farmaco (Ema), Emer Cooke, spiegando che il parere positivo al vaccino è stato all'unanimità e basato su un solido dibattito scientifico.

AstraZeneca plaude al via libera senza limitazioni per le persone più anziane dato oggi dall'agenzia di controllo Ue sul farmaco, al vaccino anti Covid sviluppato assieme all'università di Oxford, e assicura di voler garantire - dopo le polemiche su questi giorni con Bruxelles - "un acceso ampio ed equo alle forniture". Lo si legge in una nota diffusa dall'azienda farmaceutica anglo-svedese.

La Commissione tecnico scientifica (Cts) dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) si riunirà domani, 30 gennaio, per esaminare il dossier del vaccino anti-Convid di AstraZeneca e per l'autorizzazione all'immissione in commercio e all'utilizzo nell'ambito del Servizio sanitario nazionale. La commissione valuterà anche la platea di popolazione per la quale il vaccino risulta maggiormente indicato.

Il vaccino AstraZeneca/Oxford garantisce una copertura "del 100%" contro un contagio "grave" da Covid e contro il rischio di dover essere ricoverati in ospedale. Lo ha detto l'amministratore delegato di AstraZeneca in un briefing online, plaudendo alla decisione Ue di approvarne la somministrazioni e definendo quella odierna "una grande giornata" anche per i "risultati positivi" emersi dalla sperimentazione di altri due vaccini, quello di Novavax e quello di Johnson and Johnson.

"Lasciamo le queste questioni legali per un altro giorno", ha detto Pascal Soriot, ad di AstraZeneca, nel corso di una conferenza stampa via webinar. Ha evitato così la domanda di un giornalista che chiedeva chiarimenti sulla polemica in corso tra il colosso farmaceutico e l'Ue sulle forniture di vaccini, in particolare l'uso degli stabilimenti britannici per le forniture e la clausola del 'massimo sforzo'.
Ci sono "milioni di dosi" di vaccino pronte per essere inviate nei Paesi Ue, già nei prossimi giorni, ha aggiunto Pascal Soriot,  sottolineando che gli stabilimenti del colosso farmaceutico anglo-svedese stanno lavorando 'non stop'.

Il vaccino anti Covid di AstraZeneca/Oxford mantiene la sua efficacia anche con un intervallo "di tre mesi" fra prima dose e richiamo, secondo la strategia scelta dal Regno Unito, ha detto l'amministratore delegato Pascal Soriot in un briefing con altri dirigenti dell'azienda e con il professor Andrew Pollard, di Oxford, sottolineando la "flessibilità" di uso e la facilità di conservazione e di somministrazione di un vaccino elaborato in soli 9 mesi malgrado le difficoltà. "Abbiamo grande fiducia in questo vaccini e nel suo potenziale di utilizzo", gli ha fatto eco Pollard, dicendosi "incoraggiato" dai risultati raggiunti.
La parole di Emmanuel Macron su una presunta inefficacia del vaccino anti Covid di AstraZeneca/Oxford fra i pazienti sopra i 65 anni sono frutto di "un equivoco" da parte del presidente francese:  hanno precisato Pascal Soriot, e Andrew Pollard. Entrambi hanno notato che vi sono meno dati per ora sull'effetto del vaccino sugli anziani, ma che tutti i dati disponibili accreditano comunque una protezione immunitaria del tutto analoga ai più giovani. Soriot ha indirettamente smentito Macron pure sui dubbi contro un intervallo fra prima dose e richiamo allungato oltre un mese.

Il vaccino anti Covid-19 di AstraZeneca è stato autorizzato dalla Commissione europea. Lo annuncia su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. "Abbiamo appena autorizzato il vaccino di AstraZeneca sul mercato dell'Ue a seguito della valutazione positiva dell'Ema", precisa von der Leyen.

FONTE: ansa.it

Commenti

Taranto-Real Aversa: Ricorso in appello inammissibile
Covid: Scuola, Emiliano 'Inconcepibile l'obbligo di frequenza'