Basket Maschile

Un grande Cus Jonico sbanca Ceglie!

Sesta giornata di campionato serie C Gold: grande prestazione di Taranto che batte la Nuova Petrolmenga a domicilio con Giovara top scorer a 24 punti concedendo solo 50 punti

11.11.2018 22:49

foto Vito MassagliNUOVA PETROLMENGA CEGLIE - CUS JONICO TARANTO     50-74

Nuova Petrolmenga Ceglie 2001: Pace 4, Cvetanovic 5, Veccari 13, Okmanas 5, Lasorte 13, Palma ne, Provvidenza ne, Leucci 3, Mirone 7, Devita ne. All. Putignano.

Cus Jonico Basket Taranto: Martignago 4, Tabbi 4, Bitetti, Simaitis 15, Dusels 9, Giovara 24, Pannella 7, Massagli ne, Baraschi 11, Mastropasqua. All: Caricasole.

Parziali: 22-19, 29-33, 39-58; Arbitri: Giulio di Vittorio di Ruvo (BA) e Claudio Campanella di Santeramo (BA).

 

Il Cus Jonico Basket Taranto torna da Ceglie con due punti in tasca. Una vittoria netta ed entusiasmante per la squadra di coach Caricasole che ha sbancato il Palasport della Petrolmenga con un crescendo rossiniano che col passare dei minuti e dei possessi non ha lasciato scampo alla Nuova Pallacanestro Ceglie di coach Putignano che ha pagato caro lo scotto dell’ex al pari di Veccari (13). Taranto con ben 7 triple nel terzo quarto e che ha concesso solo 50 punti, 28 dal secondo quarto in poi, è stata trascinata da Giovara autore di 24 punti e top scorer supportato dai 15 di Simaitis, 11 di capitan Baraschi, 9 di Dusels e 7 di Pannella con l’apporto prezioso sotto le plance di Tabbi e Martignago e i minuti di rotazione di Mastropasqua e Bitetti dalla panchina.

Coach Caricasole ritrova il suo quintetto base Tabbi, Baraschi, Giovara, Simaitis e Dusels. Risponde coach Putignano Lasorte, Pace, Okmanas, Veccari e Cvetanovic.

La partita comincia bene con la tripla di Simaitis. Quindi break 6-0 di Ceglie che tra sorpassi e controsorpassi iniziali piazza un altro break di 7-0 ancora con Cvetanovic e Veccari protagonisti del 13-7. Giovara inizia a scaldare la mano che tiene in scia il Cus con 9 punti in fila per il -2. In finale di quarto ancor l’ex Veccari segna il +6 Ceglie prima delle tripla di Baraschi che dimezza il gap sulla sirena, 22-19.

Mirone e Veccari aprono il secondo quarto, coach Caricasole attinge dalla panchina e viene ripagato dai canestri di Martignago e Pannella ma Ceglie è sempre avanti 27-25. Si segna poco, il pari ospite però è nell’aria, lo firma Simaitis con un’altra tripla, quella del 29-29 in chiusura si quarto poi ancora Martignago e Giovara segnano due canestri per l’allungo all’intervallo 29-33.

Al rientro, il quarto della svolta comincia con capitan Baraschi a suonare la carica da tre punti aprendo una serie di tripla consecutive seguito da Simaitis e Dusels che portano il vantaggio Cus in doppia cifra +11. Pace prova a scuotere i padroni di casa ma Tabbi risponde per le rime, poi tocca a Pannella che come contro Francavilla infila 5 punti con tanto di tripla del +16, 33-49 a metà quarto. Ma non finisce qui perché il Cus Jonico è on fire, lo è soprattutto Giovara che realizza tre triple di fila facendo lievitare il vantaggio rossoblu a +22 prima del canestro da lontano di Lasorte per il 39-58 di fine terzo quarto.

Nessun calo o segno di cedimento per il Cus a inizio ultimo quarto: Baraschi, Dusels e una tripla di Simaitis chiudono di fatto i conti sul 41-65. I canestri di Lasorte sono tardivi anche perché Taranto non perde mai il manico della partita ed in assoluto controllo gestisce i possessi fino al suono dell’ultima sirena che sancisce la quarta vittoria della stagione ed il secondo posto nel gruppo di classifica all’inseguimento di Lecce. Domenica prossima si resta in viaggio, seconda trasferta di fila, a Mola.

Commenti

Basket - C Gold: Taranto giganteggia, Castellaneta respira
Corim Città di Taranto, stop a Noci