1a Categoria

Prima Categoria: mister Mazza, bene il primo tempo e con il rigore a favore parleremmo di un altro risultato

a cura di Fabrizio Izzo

01.04.2019 13:47

Immagine ZaccagniIl Sava perde 3 a 2 il big match della ventisettesima giornata contro il Castellaneta e ritorna a meno 9 punti dalla coppia di testa. Nonostante la sconfitta i piani biancorossi non subiscono variazioni in quanto la contemporanea vittoria del Grottaglie sul Capurso tiene a debita distanze la squadra barese ( meno 11) garantendo al Sava, a meno di stravolgimenti, la finale Play-Off contro Grottaglie o Castellaneta senza passare per la semifinale. Il Sava ha giocato la sua buona partita rendendo difficile la vita al Castellaneta che ha dovuto sfoderare un secondo tempo di alto livello per aver ragione di un avversario che ha comunque evidenziato un calo. Queste le parole di mister Mazza nel post gara:

Mister Mazza: “Abbiamo fatto un buon primo tempo, siamo passati in vantaggio, abbiamo controllato e gestito la partita. Il direttore di gara non ci ha concesso un rigore secondo me netto su Vasco, cosa che si è ripetuta in un’altra occasione, in area loro, sempre su Vasco. Devo però dire che l’arbitro ha fatto bene. Prima di andare al riposo Angelè ha sfiorato il raddoppio di testa. Siamo stati bravi ad arginare i loro punti di forza, ho sacrificato Vasco su Panzarea per fermare la fonte del loro gioco e ci siamo riusciti bene, una partita preparata nei particolari. Una prima frazione di gioco molto positiva per noi. Nella ripresa ci aspettavamo il loro ritorno ma sinceramente non mi aspettavo il nostro calo. Avevo ragazzi non al massimo della forma, ci siamo abbassati troppo e abbiamo commesso degli errori individuali concedendo il pareggio e il raddoppio. Un rinvio che è rimasto in area sui piedi dell’avversario e poi il tiro dalla distanza, il goal della domenica, con il nostro portiere leggermente fuori posizione. Il pareggio e poi il raddoppio ci hanno buttato giù mentalmente ma non fisicamente perchè abbiamo provato a raddrizzare il risultato, vedi il colpo di testa di Vasco, andato alto, e il goal di Angelè spostato in attacco. Ritengo che se non ci fossero stati quegli infortuni individuali a difesa schierata non ci avrebbero segnato. Se poi fossero stati concessi i calci di rigore, anche solo uno dei due, staremmo a parlare di un altro risultato, considerando le nostre caratteristiche e i giocatori in campo. Siamo scesi sul terreno di gioco per vincere la partita senza fare calcoli, per una questione di orgoglio perchè non volevamo perdere contro le prime in classifica e perchè noi non siamo da meno né al Grottaglie né al Castellaneta. Non ho nemmeno pensato a chi potrà essere la mia avversaria nella finale Play-Off, che sia il Castellaneta o il Grottaglie sarà una partita da giocare e basta, noi dobbiamo evitare la semifinale con il Capurso, i piani non cambiano. Chi era in tribuna avrà notato che il Sava si è giocato la partita a viso aperto, per vincere. Prima della gara ho letto delle dichiarazioni, sponda Grottaglie, relativamente all’onorare il campionato da parte nostra. Dichiarazioni che hanno offeso la società, me stesso e i calciatori. In qualsiasi situazione ci fossimo trovati saremmo sempre scesi in campo per fare il nostro e giocarci la partita, onorando sportivamente il campionato. Chi mi conosce sa come la penso e fortunatamente a Grottaglie c’è gente che sa chi sono. Sono molto dispiaciuto di quanto è stato asserito.”

Commenti

Prima Categoria: mister D’Alena, in tre gare tutto può succedere
Basket | C Gold - Castellaneta, che spreco! Taranto manca il guizzo