Arti Marziali

Il "grido" di Silvia Semeraro: "Ridatemi il mio karate sperando in Tokio"

16.11.2020 00:13

«Emozionarmi a combattere». È il grande desiderio cui anela la campionessa di karate Silvia Semeraro, ferma ai box da quando è scoppiata la pandemia. Niente, combattimenti, niente gare ancora per Semeraro che spera al più presto, probabilmente entro i primi mesi del 2021, di poter riprendere la disciplina sportiva. «Dio quanto mi manca quello per cui io vivo, ma grazie a Dio non ho mai dato per scontato nulla e questo mi sta aiutando a resistere e ad attendere con pazienza che riprenda tutto più forte di prima. Allenamenti trasferte con la nazionale, i raduni, le partenze per ogni parte del mondo, competizioni che tanto si attendono». È l’emozione la parola magica che accomuna per Semeraro le gioie, i dolori, le paure, i dispiaceri, l’adrenalina, la voglia di riscatto e il mettersi in gioco e riuscire a superare ogni suo limite personale. Una ragazza, una campionessa di karate che sul suo profilo di facebook vuole al più presto riprendere a combattere, ad allenarsi sul tatami. Ed è noto che il suo chiodo fisso è quello di riuscire a strappare il pass per le Olimpiadi di Tokyo che dovrebbero tenersi il prossimo anno.

fonte: Angelo Occhinegro - La Gazzetta del Mezzogiorno

Commenti

Ragone resta per una nuova storia da «scrivere» con il Castellaneta
Tiro a segno, c'è il sopralluogo del Comune di Taranto: ecco le novità