Taranto F.c. News

Il punto sulla D/H: Sorprende il Nardò, indietro Gravina e Francavilla

16.11.2018 16:30

Dieci giornate sono andate via nell'interessante campionato di serie D girone H. Come da pronostico della vigilia le tre compagini più attrezzate, il Picerno, il Taranto e il Cerignola occupano nell'ordine le prime tre piazze della classifica. I gialloblù, però, stanno leggermente deludendo visti degli stop inaspettati; per quanto riguarda il Taranto, la formazione di Panarelli occupa la seconda posizione e ha una partita in meno che si recupererà il 28 novembre in quel di Fasano. Ottimo avvio di campionato per il Bitonto del tecnico Pizzulli, per la Fidelis Andria che è stata capace di battere il Taranto in trasferta e fermare sempre in versione esterna il Cerignola.

LE SORPRESE: Non c'è dubbio la squdra che sta sorprendendo maggiormente è il Nardò dell'ex Taranto Molinari e del preparatissimo e giovane allenatore Taurino. Quella neretina è una formazione giovane che si trova in piena zona play off avendo vinto cinque gare, pareggiate due e perse tre. La sopresa in negativo, di questo gruppo H, invece, è il Gravina che ha soli quattordici punti in classifica nonostante la rosa sia composta da giocatori importanti come Nigro, Potenza, Riccio, Mbida, Agodirin, Croce e Chiaradia. Ci si aspettava qualcosina di più anche dal Francavilla dell'esperto e veterano Ranko Lazic.

ZONA BASSA: Nonostante la campagna di rafforzamento (tra cui l'arrivo dell'ex Taranto Giradi) il Pomigliano non riesce a risalire ed è appaiato al penultimo posto con soli cinque punti. Peggio ha fatto solo l'Ercolanese che è ultima con quattro punti. La zona play out è composta da altre quattro campane che sono Nola, Gragnano, Sarnese e Sorrento. Tutto ciò conferma lo strapotere pugliese e lucano (con la favola Picerno) in questo girone che si sta rivelando equilibrato e livellato in ogni zona della classifica.

IL TARANTO: Squadra ben costruita, affamata e che cerca sempre di attaccare. La formazione di Panarelli è seconda con una gara da recuperare in quel di Fasano. Segna tanto e subisce poco. Si tratta di una compagine che sa cambiare modulo anche in corso d'opera e che ha tutte le carte in regola per raggiungere l'importante e tanto atteso primo posto.

TARANTO-GELBISON: I campani arrivano a questa sfida dopo un pareggio prestigioso con la capolista Picerno: un 1-1 arrivato grazie al bel gol di Merkay. La compagine allenata dall'ex tecnico del San Severo, Severo De Felice dovrà fare a meno soltanto dello squalificato Esposito così come gli ionici non potranno disporre del difensore Bova squalificato e sicuramente di Diakite e Pellegrino ancora out. Una gara interessante con i rossoblù che cercheranno di consolidare e magari avvicinare il Picerno e con la Gelbison che ha ben poco da perdere e che, sicuramente, se la giocherà in modo spensierato.

PICERNO-SARNESE E CERIGNOLA-GRAVINA: Gara sulla carta agevole per i lucani che vincendo resterebbero per un altro turno al primo posto. Affronteranno una Sarnese alla caccia di punti preziosi in chiave salvezza. Il Cerignola non avrà per niente un compito facile visto che sfiderà il Gravina che con il cambio d'allenatore ha subito confezionato un bel 3-1 ai danni del Pomigliano. Gare da seguire con attenzione...

Commenti

Taranto: Giovanili, il menù del week end; riposa la Juniores
Ad Maiora, trasferta delicata a San Severo