News CT

San Giorgio Jonico: via libera per i lavori allo stadio

a cura di Fabrizio Izzo

22.11.2018 16:00

Immagine ZaccagniDopo anni di attesa e pratiche burocratiche fatte, rifatte, respinte o mai partite, finalmente anche per San Giorgio Jonico è arrivato il momento di rinnovare e ringiovanire lo stadio comunale Alberto Rizzo. Il presidente del consiglio dei ministri, con il decreto datato 22 ottobre 2018, ha approvato il secondo piano pluriennale degli interventi predisposto dal CONI nell’ambito del fondo “Sport e periferie”. Il documento, già nelle mani dell’amministrazione comunale sangiorgese, è stato registrato anche dalla Corte dei conti e pertanto può essere considerata chiusa la parte burocratica relativa agli organi centrali. Con la documentazione completa è possibile ora passare alla fase operativa ovvero costituire un tavolo di lavoro composto da tecnici e amministratori per indire una gara di appalto e stabilire chi deve effettuare i lavori e fissarne la data di inizio. Il Coni ha stanziato la somma di 550.000 euro ai quali saranno aggiunti altri 85.000 euro, circa, dalle casse del comune. Il progetto prevedrebbe il rifacimento del rettangolo di gioco, logicamente in sintetico di ultima generazione, con impianto di illuminazione annesso, la ristrutturazione delle tribune e tutti i servizi relativi al pubblico e alle squadre. Un restyling necessario per un impianto obsoleto che attualmente non può rappresentare per nulla la cittadina. Si è aspettato tanto tempo, forse troppo, perche si procedesse concretamente ad una ristrutturazione radicale dell’Alberto Rizzo. L’attuale amministrazione, nel piano di governo, aveva nel programma questo punto ed è riuscita, nei tempi tecnici previsti, ad ottenere ciò che le precedenti non sono state in grado di procurarsi. Quali possano essere le motivazioni dei passati fallimenti non è dato saperlo ma possiamo ipotizzare che: la mancata conoscenza degli adeguati canali politico-burocratici, la staticità amministrativa probabilmente indifferente alla problematica e forse anche un ostruzionismo gratuito possano rientrare nelle cause per cui il comunale di San Giorgio abbia aspettato circa cinquanta anni prima di rifarsi il maquillage. Complimenti all’amministrazione ora in carica per aver raggiunto questo obiettivo che arricchirà il paese e parallelamente l’intera provincia con un impianto adeguato alle norme e una validissima alternativa per le molteplici società di calcio presenti sul territorio. Un impianto non distante dalla città di Taranto e al centro di un buon numero di paesi che potrebbero anche usufruirne a vantaggio dello stesso comune sangiorgese che ne manterrà, immaginiamo, la gestione.

Commenti

Taranto: Secondo appuntamento di "Incontriamoci" con D'agostino e Favetta
Talsano fuori dalla coppa; Alota, 'Bella esperienza per la Juniores'