2a Categoria

Seconda Categoria: prima sconfitta in campionato per l’Atletico Martina, la Tre Colli stende il Fragagnano e aggancia la vetta, il San Giorgio sale al quarto posto e il Maruggio impatta a San Vito dei Normanni

a cura di Fabrizio Izzo

11.12.2018 13:08

Immagine ZaccagniNel match clou della decima giornata, nel derby tra le biancoverdi tarantine la Tre Colli si impone sul Fragagnano. Il Montemesola ha fatto valere il fattore campo e conquistato la quinta vittoria consecutiva, tre punti importantissimi che lo proiettano in vetta alla classifica a pari merito con l’Atletico Martina uscito sconfitto dalla gara contro il Castellana. Il risultato di 3 a 1 per i padroni di casa è maturato nella prima frazione di gioco. La Tre Colli è partita forte creando, nei primi cinque minuti di gioco, due buone opportunità non sfruttate da Marotta e Intermite. Al minuto 8 il goal del vantaggio dei padroni di casa con il solito Traorè, sempre più capocannoniere del girone, che ha sfruttato un disimpegno sbagliato della difesa avversaria per concludere a rete. La reazione del Fragagnano si è concretizzata alla mezzora quando il direttore di gara ha decretato un calcio di rigore per un fallo in area ai danni di Scarano, dal dischetto lo stesso fantasista numero 10 ha trasformato battendo Ricci per il momentaneo pareggio. Al 41° il signor Chiapperini, della sezione di Molfetta, ha concesso un altro calcio di rigore ma in questa circostanza a favore della Tre Colli per un fallo di mano di Diouff, dal dischetto Marotta non lasciava scampo a Spina. Terza rete del Montemesola allo scadere del tempo con Orlando, puntuale nel ribadire in rete una palla respinta dal palo su precedente tiro di Traorè in mischia. Nella ripresa il Fragagnano ha alzato il baricentro della squadra nel tentativo di recuperare il risultato creando delle buone opportunità con Jaàfar, Fatty e Scarano ma senza trovare il goal. I padroni, invece, forti del vantaggio hanno controllato la gara difendendosi con ordine, solo con qualche affanno, e puntando sulle ripartenze che hanno fruttato delle buone chance per Orlando e Trani. Un Montemesola incisivo e cinico che ha meritato la vittoria, tre punti che valgono la vetta della classifica, con un ambiente autorizzato a godersi questo momento di gloria forse inaspettato ma da tutti sperato e domenica prossima il big match contro il Martina che potrebbe rideterminare le gerarchie in campionato. Per il Fragagnano che ha giocato la sua buona partita, a conferma della vlidità della squadra, terza sconfitta in campionato, 17 punti in classifica, quinto posto l’ultimo disponibile nella griglia Play-Off e domenica prossima derby contro il San Giorgio, uno scontro diretto affascinante.

L’Atletico Martina inciampa inaspettatamente sul campo del Castellana Grotte e perde 2 a 1, una sconfitta che nessuno avrebbe mai immaginato, da far saltare il banco delle scommesse. Questa è l’imprevedibilità del calcio, la capolista che soccombe contro l’ultima in classifica. I padroni di casa hanno fatto il loro e sono riusciti a ridimensionare i martinesi vincendo con merito una gara sulla carta nettamente alla portata dell’Atletico che cancella lo zero nella casella delle partite perse. I baresi ci hanno messo cuore e gambe al cospetto di un Martina involuto e poco incisivo. Passo indietro da parte dei ragazzi di mister Lella che sono sembrati apatici e sufficienti in diverse fasi dell’incontro. Vantaggio in apertura di gara dei virtussini con Patruno favorito da un indecisione difensiva gialloblu e momentaneo pareggio ospite con Massafra su calcio di rigore. Nella ripresa, nonostante alcuni cambi, il Martina non ha mai dato la sensazione di essere in grado di capovolgere le sorti della gara dando l’opportunità al Castellana di trovare la seconda rete ancora con Patruno. Un risultato clamoroso che costa caro ai martinesi sicuramente sempre in testa alla classifica ma da domenica insieme ad una Tre colli spedita che viaggia veloce. In un intero campionato non si può pretendere di vincere tutte le partite ma perdere contro una formazione sotto di 22 punti deve far riflettere ed anche appellarsi alle assenze, seppur importanti, potrebbe essere un alibi poco sostenibile vista la mancanza di fame che ha caratterizzato l’Atletico Martina. Domenica prossima il Tursi sarà il teatro dello scontro diretto Atletico Martina – Tra Colli Montemesola, che vinca il migliore.

Il San Giorgio batte al comunale Alberto Rizzo il Savelletri 3 a 1 e scavalca in classifica il Fragagnano raggiungendo quota 18 punti, piena zona Play-Off. Gara dai due volti primo tempo noioso e scarso di occasioni rilevanti se non per la rete segnata da Micele, di testa, al minuto 22 sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nella ripresa la gara è stata più movimentata e vivace, il San Giorgio con alcuni cambi dalla panchina ha mutato volto, maggiore equilibrio tra i reparti, un maggiore determinazione e squadra più incisiva. Così nei primi 10 minuti del secondo tempo i gialloblu, prima raddrizzano il risultato grazie ad una autogoal di Lisi (50° minuto), sfortunato nel deviare nella propria porta un cross di Masella, e poi hanno effettuato il sorpasso con Catapano (53° minuto) bravo a battere il portiere avversario con un tiro dalla sinistra dopo un’azione personale. In mezzo alle due reti del San Giorgio il signor Labarile di Bari ha annullato un goal al Savelletri per un fuorigioco apparso dubbio, una decisione che sommata alla rete del vantaggio sangiorgese ha acceso gli animi in campo e tra le due panchine rendendo la gara spigolosa. Da registrare ancora una traversa colpita da Catapano su calcio di punizione e poi la rete del 3 a 1 definitivo segnata da Pupino lesto a scaraventare la sfera alle spalle di Olive dopo un cross dalla destra di Piliego. Il San Giorgio vince la sua sesta partita in campionato e conquista la quarta posizione a tre punti dalla terza e ad un punto sopra il Fragagnano prossimo avversario domenica al Santa Sofia, un incontro che si preannuncia equilibrato e vibrante ricco di significato per la classifica e per la rivalità che contraddistingue le due squadre.

Il Maruggio impatta in trasferta contro il Santa Rita in uno scontro diretto per non retrocedere. 2 a 2 il risultato finale che lascia ancora qualche margine di speranza per la squadra tarantina rilegata all’ultimo posto in classifica. Per il Santa Rita hanno segnato Bondi e Donnicola mentre per il Maruggio sono andati a segno Fiorentino e il solito Chiego. Per i maruggini domenica prossima, al Demitri, l’avversario si chiamerà Virtus Castellana. Altro match per la salvezza contro una squadra che sicuramente scenderà in campo gasata dalla vittoria interna contro la capolista. Il Maruggio dovrà dare fondo a tutte le sue energie per cercare di scavalcare i rivali, lasciare l’ultima posizione e guardare al girone di ritorno con un po’ di fiducia in più.

Commenti

Coletta: "Siamo primi in classifica e faremo di tutto per vincere la partita"
IL PRESIDENTE NAZIONALE DEI COMMERCIALISTI MASSIMO MIANI INTERVIENE A TARANTO PER PARLARE DI ECONOMIA DEL MARE