Taranto F.c. News

Nola – Taranto: 1-3. La doppietta di D'Agostino e la rete di Croce regalano il successo ai rossoblu

Gli ionici sbloccano la gara nel primo tempo e la chiudono nel finale con il Nola ridotto in nove per le espulsioni di Paradisone e D'Anna

03.02.2019 17:05

A cura di Enrico Losito

 

Settima vittoria consecutiva per gli uomini di Panarelli che superano a domicilio il volenteroso Nola per 3-1. Non inganni il risultato perchè gli ionici solo nel finale di gara sono riusciti a piegare le resistenze dei campani (apparsi un po' nervosi) ridotti in nove uomini dopo le espulsioni di Paradisone (8' s.t.) e D'Anna (9' s.t.). Mattatore dell'incontro il bomber ionico Stefano D'Agostino, autore di una doppietta (rigore al 31' del primo tempo e seconda rete al 34' della ripresa) che gli permette di salire a 14 gol nella classifica dei marcatori. Nel finale di gara Croce (al 42') cala il tris ionico mentre nei minuti di recupero Tagliamonte sigla la rete della bandiera per il Nola.

 

Cronaca. Il Taranto si schiera con il consueto 4-2-3-1: Antonino in porta; difesa con Pelliccia, Lanzolla, Di Bari e Ferrara; in mediana Manzo e Bonavolontà; in avanti i tre incursori offensivi Oggiano, D'Agostino e Vittorio Esposito a supportare Roberti, terminale offensivo più avanzato. Dall'altra parte il Nola di Liquidato si modula con un elastico 4-3-3: in attacco il tridente Stoia, Gennaro Esposito (uno degli ex del confronto) e Troianiello.

 

Inizio equilibrato con maggiore possesso palla da parte degli ospiti bisogna attendere il 21' per la prima occasione da rete: il tiro da fuori area del rossoblu D'Agostino viene bloccata in due tempi da Gragnianiello. Al 25' doppia respinta del portiere del Nola su Oggiano servito da un preciso traversone di D'Agostino. Al 29' passaggio sbagliato di Bonavolontà che innesca Colarusso, il quale tutto solo davanti al portiere Antonino spara abbondantemente alto. “Gol sbagliato, gol subito” infatti, un minuto dopo, Paradisone atterra in area Vittorio Esposto, l'arbitro assegna il penalty in favore del Taranto. Dagli undici metri D'Agostino spiazza Gragnianiello per lo 0-1. Al 39' lo stesso Vittorio Esposito si guadagna una punizione dal limite che lo stesso attaccante calcia di poco oltre la traversa. Al 46' il Taranto ha l'opportunità per raddoppiare: D'Agostino dalla sinistra cambia gioco pescando Oggiano sulla destra, l'esterno offensivo rossoblu tira a botta sicura di destro ma Gragnianiello si oppone con il corpo. Le formazioni vanno al riposo con il vantaggio ionico.

 

Nella ripresa primo cambio del match: al 1' nel Taranto Menna avvicenda Lanzolla. Al 3' opportunità per il Nola: Troianiello sfrutta un lancio lungo, supera Antonino ma, da posizione decentrata, calcia sull'esterno della rete. Risponde il Taranto: al 4' Oggiano la mette al centro per lo splendido colpo di tacco di Roberti con la sfera che sfiora il palo. Al 8' il Nola resta in dieci: fallo di Paradisone su Vittorio Esposto, il direttore di gara estrae il secondo giallo ed espelle il calciatore campano. Il padroni di casa restano in nove: al 9' brutta entrata di D'Anna su Ferrara, l'arbitro anche in questa circostanza sventola il secondo giallo al calciatore del Nola che viene espulso. Al 10' seconda sostituzione per il Taranto: esce Roberti, entra Croce. Al 14' primo cambio per il Nola: Milvatti avvicenda Troianiello. Al 16' terzo avvicendamento in casa ionica: Guadagno prende il posto di Bonavolontà. Al 20' nuovo cambio per il Nola: Madonna avvicenda Stoia. Al 21' scontro tra Croce e Granianiello che reagisce all'entrata dell'attaccante rossoblu scagliandogli il pallone sulla schiena. L'arbitro non prende provvedimenti disciplinari nei confronti dell'estremo difensore campano per la reazione. Al 24' diagonale di Vittorio Esposito, Granianiello si rifugia in angolo. Al 28' nuova sostituzione per il Nola: Anzalone per Lippiello, mentre al 33' nelle fila rossoblu Carullo avvicenda Di Bari. Al 34' il Taranto scrive i titoli di coda sul match: Vittorio Esposito arma D'Agostino che con una precisa conclusione supera Granianiello per lo 0-2. Al 35' ultimo cambio per il Taranto: entra Marsili, esce D'Agostino. Gli ospiti non sono paghi e ci provano con Croce (palla che finisce di poco al lato) e Oggiano (parata di Gragnaniello). Al 37' il tecnico Liquidato effettua un altro cambio: Tagliamonte prende il posto di Gennaro Esposito. Al 38' ci prova Marsili con un destro teso dal limite: Gragnaniello blocca. Al 42' il Taranto cala il tris: Carullo crossa dall'out mancino per il tap in vincente di Croce, appostato sul primo palo. Nei minuti di recupero il Nola sfrutta un calo di tensione della difesa ionica per realizzare la rete della bandiera: al 47' Tagliamonte si incunea nella difesa tarantina e batte Antonino in uscita con un destro a giro per 1-3 finale.

 

 

NOLA (4-3-3): Gragnianiello; Paradisone, D'Anna, Esposito P, Lippiello(28' s.t. Anzalone); Colarusso, Del Prete, Vaccaro; Troianiello (14' s.t. Milvatti), Esposito G (37' s.t. Tagliamonte), Stoia (20' s.t. Madonna). A disposizione: Caliendo, Colonna, Napolitano G., Gaetano, Pastore. All. Liquidato

 

TARANTO (4-2-3-1): Antonino; Pelliccia, Lanzolla (1' s.t. Menna), Di Bari (33' s.t. Carullo), Ferrara; Manzo, Bonavolontà (16' s.t. Guadagno); Oggiano, D'Agostino (35' s.t. Marsili), Esposito V.; Roberti (10' s.t. Croce). A disposizione: Pellegrino, Massimo, Di Senso, Salatino. All. Panarelli.

 

Arbitro: Caldera di Como (ass.ti Venuti di Valdarno – Carpano di Siena)

 

Marcatori: 31' p.t. (rig.) e 34' s.t. D'Agostino (T), 42' s.t. Croce (T), 47' s.t. Tagliamonte (N)

 

Ammoniti: D'Anna, Paradisone, Gragnianiello, Del Prete per il Nola

 

Espulso: 8' s.t. Paradisone (N), 9' s.t. D'Anna (N)

 

Angoli: 2-9

 

Spettatori: 600 (50 ospiti)

 

 

Commenti

Si avvicina il Gran Prix “Città di Ginosa” di badminton. Il consigliere federale Calò: “Ottima organizzazione: gli atleti godranno delle bellezze della città”
Giovani Rossoblu, Campanella e Romanazzi non bastano: vince la Junior Taranto