Taranto F.c.

AZ Picerno, il dg Greco: 'Il Taranto è la squadra più accreditata alla vittoria finale'

16.02.2021 17:26

DI ALESSIO PETRALLA

Dopo la vittoria interna con il Lavello, il Taranto è atteso da un nuovo scontro diretto casalingo al cospetto dell’AZ Picerno. A presentare questa sfida, intervenuto alla trasmissione “Chi Segna Vince”, in onda ogni martedì sulle frequenze di Jo Tv, è il dg dei lucani Vincenzo Greco: “La condizione dei ragazzi è buona anche perché domenica scorsa, con il Gravina, non abbiamo giocato per via di casi Covid in casa dei nostri avversari. Quindi abbiamo avuto la possibilità di recuperare qualche acciaccato e quindi anche le forze visto che venivamo da due partite giocate su campi pesanti. Intanto i ragazzi stanno continuando a lavorare in vista di una partita molto importante, a Taranto. Al momento non ci sono assenze da registrare”.

IL TARANTO: “Lo sostengo, già, dall’inizio del campionato: la formazione ionica è quella più accreditata alla vittoria visti gli ottimi calciatori di categoria. E’ una squadra arcigna che domenica ha dimostrato tutto il suo valore battendo il Lavello che è una formazione che riesce a mettere tutti in difficoltà. Sarà una partita difficile anche se noi in trasferta abbiamo sempre fatto bene. Speriamo di continuare il nostro cammino. Mi aspetto un bel match”.

GLI OBIETTIVI: “Dopo i fatti dell’estate siamo ripartiti in grande emergenza e in questo campionato non pretendiamo di vincere anche se ci proveremo. Vogliamo veleggiare nelle posizioni alte di classifica ma la cosa più importante era ricostruire. E’ stata allestita una rosa importante con un bravissimo allenatore. L’obiettivo è fare bene e divertirci”.

IL CAMPIONATO: “E’ falsato: viviamo un anno particolare visto che è la prima volta che ci si trova davanti a queste problematiche. E’ un campionato non regolare: speriamo di ritrovare continuità almeno nel girone di ritorno in modo che le squadre possano esprimersi al meglio e tirare fuori i reali valori”.

L’AZ PICERNO: “E’ una squadra totalmente diversa rispetto a quella dell’andata. La prima partita, proprio con il Taranto, la giocammo con calciatori appena arrivati e pochi under”.

IL CAMPO: “Il fatto di doverci spostare sempre ci penalizza. Oltre ad aver giocato la serie C a Potenza anche quest’anno i lavori dello stadio non sono terminati. Abbiamo cambiato già tre sedi passando per Marsico Vetere, Tito e San Gregorio Magno. Praticamente siamo scesi in campo sempre fuori casa. Speriamo possano consegnarci quanto prima il nostro stadio. Sarebbe un’arma in più”.

Si ringraziano:

Commenti

Covid: Il bollettino della Puglia del 16 febbraio. 694 casi su 10100 test. 179 nel tarantino
Taranto: Borsino, lavoro aerobico e tecnico per gli ionici