Taranto F.c.

Fasano, il dg Obbiettivo: 'Laterza? Un uomo vero, a Taranto per meritocrazia'

Il dirigente biancoazzurro a TST: 'Allo "Iacovone" sarà una gara spettacolare"

08.02.2021 13:13

DI ALESSIO PETRALLA

Il Fasano è in ripresa: lo testimonia il punto conquistato in casa dell’ex capolista AZ Picerno. A commentare questo prezioso risultato e a immergersi nel recupero di mercoledì in casa del Taranto, a Tutto Sport Taranto, è il dg Antonio Obbiettivo: “Il punto ottenuto a Picerno è prezioso, perché giocavamo in casa della capolista, nonché di una squadra costruita per vincere il campionato. Li abbiamo affrontati a viso aperto e con grande voglia di fare risultato. Dobbiamo risalire la china: questa società non merita l'attuale situazione di classifica. Daremo l'anima per uscirne fuori, chi pensava e pensa di trovare una squadra allo sbando ha fatto male i calcoli. Non sarà semplice, ma noi non siamo gente che molla”.

FORMAZIONE: “In ottica Taranto dobbiamo essere bravi a recuperare i tanti acciaccati che hanno accusato qualche problema dovuto ai campi pesanti: purtroppo si gioca ogni tre giorni e in più ci si mettono i campi fangosi come successo al mio Fasano a Francavilla, in casa con il Cerignola e domenica nella trasferta a San Gregorio Magno con il Picerno. Non abbiamo squalificati: dovremo essere bravi a gestire anche queste situazioni, cercando di prendere meno ammonizioni possibili”.

IL TARANTO: “E’ sicuramente una gran bella compagine, costruita benissimo, con gente che ha voglia di emergere e calciatori di grosso spessore ed esperienza. A mio avviso è la favorita numero uno: l'ho già detto in tempi non sospetti. Non sorprenderebbe nessuno se a fine campionato dovesse tagliare il traguardo per prima. L'augurio è sincero, una piazza così importante merita per mille motivi, che non sono certo io a dover elencare, di militare in categorie superiori”.

LA GARA: “Sarà una partita spettacolare, perché entrambe le squadre giocheranno per ottenere il massimo risultato, utile al raggiungimento dei propri obiettivi di classifica. Il Taranto gioca benissimo e li conosciamo; dovremo metterci cuore e sacrificio per ottenere un risultato positivo. Nelle ultime uscite abbiamo dimostrato di avere un gran carattere, così come il Taranto tanta qualità”.

LE INSIDIE: “Quando giochi con una formazione così importante le insidie sono all'ordine di ogni minuto del match. Non possiamo permetterci di sbagliare nulla, e non dobbiamo avere timore di nessun avversario, perché queste gare, se affrontate con timore reverenziale diventano più complicate. Abbiamo le nostre peculiarità e proveremo a sfruttarle al massimo. Abbiamo acquisito personalità e autostima e proveremo a fare il massimo possibile”.

LATERZA: “Laterza oltre che un grande tecnico è un grande uomo: con lui ho vissuto due anni bellissimi e in perfetta sintonia. Ci sentiamo spesso anche solo per un saluto o per scambiare qualche battuta. Gli auguro il meglio possibile, perché lui è uno di quelli che è al Taranto per meritocrazia. Il suo percorso di crescita è stato esponenziale perché è uno scrupoloso, attento a tutto, ma soprattutto un uomo vero, leale e che in ogni spogliatoio diventa un leader carismatico”.

Si ringraziano:

Commenti

Prisma Taranto: Cambia l'orario del quarto di finale di coppa
Covid: Il bollettino della Puglia dell'8 febbraio. 3583 test e 377 casi. 29 nel tarantino