Taranto F.c. News

Cosimo Sarli: 'Rammaricato per non regalato ai tifosi le soddisfazioni che si aspettavano'

L'ex attaccante rossoblù a Tutto Sport Taranto: 'A Trani, nell'esordio, grande cornice di pubblico'

23.05.2020 19:05

DI ALESSIO PETRALLA

Sono passati ormai otto anni dalla gara d’esordio del Taranto, in serie D, con il Trani con l’attaccante Cosimo Sarli grande protagonista che, a Tutto Sport Taranto, commenta la sua avventura in riva allo Ionio e il momento: “E’ stato un periodo brutto in cui però ho potuto stare vicino alla famiglia. Per chi vive di calcio è dura. Ancora non è finita ma speriamo di tornare quanto prima alla vita normale”.

SARLI: “Ora alleno: con il Corigliano vinsi l’Eccellenza e la coppa Italia. Poi, non essendoci più i presupposti sono andato in Campania ad allenare la Puteolana che era seconda in classifica ma proprio pochi giorni prima di cominciare c’è stato il blocco totale. Con la società sono rimasto d’accordo per la prossima stagione quando i campani dovrebbero giocare in serie D”.

TRANI-TARANTO: “Ricordo benissimo quella partita: vincevamo 0-1 quando negli ultimi minuti l’arbitro si fece male. Quando la rigiocammo la vincemmo dando anche gli interessi. Inoltre segnai un bel gol davanti ad una splendida cornice di pubblico: fu bello iniziare così anche se poi per tante situazioni non sono riuscito ad integrarmi. Per questo sono rammaricato perché nella mia carriera ho sempre lasciato un buon ricordo ovunque”.

IL TECNICO NAPOLI: “Con lui esisteva un ottimo rapporto: mi volle a tutti i costi in rossoblù. Sono dispiaciutissimo per non essere riuscito ad esprimermi al 100% e a non regalare ai tifosi le soddisfazioni che si aspettavano”.

SERIE D/H: “Ho avuto modo di seguire il gruppo H della serie D con il Bitonto che si è dimostrata una bella squadra ma in fase calante nell’ultimo periodo. Compagine quadrata. Nella parte bassa, in chiave retrocessione, si dovrebbero trovare delle soluzioni altrimenti molte rimarrebbero male: il virus è solo un periodo e non si possono danneggiare delle squadre”.

IL TARANTO: “Dispiace vedere gli ionici in serie D. Meritano ben altri palcoscenici. Non basta dire “io sono il Taranto” ma bisogna programmare in modo da arrivare in alto. In riva allo Ionio c’è un pubblico di altissimo livello”.

FOTO LUCA BARONE

Si ringraziano:

 

Commenti

Coronavirus: Sembra funzionare un vaccino cinese
L'amarcord di TST: Davide Migliozzi, 'Richieste dal Taranto? Ora sono solo voci'