News FdC

Covid 19 in Europa, i dati Paese per Paese: impressionanti i numeri di Francia, Regno Unito e Paesi Bassi

11.10.2020 00:30

 

La fiamma del Coronavirus non si spegne e continuano ad aumentare i contagi in diversi paesi. In Germania i nuovi dati dell'Istituto Robert Koch parlano di 4.721 nuovi casi e di altri 15 decessi. Il totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria sale così a 319.381, con 9.604 decessi e circa 273.500 persone guarite. E' il terzo giorno consecutivo che la Germania registra oltre 4.000 nuovi casi di Covid-19 in 24 ore: ieri i dati parlavano di 4.516 risultati positivi dei test effettuati, mentre giovedì erano stati 4.058.

Il Regno Unito ha registrato 15.166 nuovi casi. I dati ufficiali diffusi oggi indicano anche 81 nuovi decessi, per un totale di 57.347 vittime e 590.844 casi. I malati affetti da Covid ricoverati sono 3.837, 442 dei quali in terapia intensiva collegati a un respiratore.

Paesi Bassi hanno fatto segnare il record nazionale per nuovi contagi, con 6.504 casi in 24 ore, superando anche per la prima volta la soglia dei 6.000. Ieri l'Istituto Nazionale per la Salute Pubblica e l'Ambiente (Rivm) dell'Aja aveva infatti segnato 5.979 casi positivi ai test, portando il totale dell'ultima settimana a circa 36.000, per un totale di circa 168.000 contagiati dall'inizio dell'epidemia di Covid-19. La zona più colpita è quella di Rotterdam-Rijnmond. I morti nelle ultime 24 ore sono stati 24, per un totale di circa 6.600.

 

I dati Paese per Paese

Ecco la lista dei contagi nei Paesi europei (in ordine alfabetico) con l'aggiunta della Gran Bretagna
Austria: 1.131.
Belgio: 5.385
Bulgaria: 612
Cipro: 33
Croazia: 457
Danimarca: 482
Estonia: 49
Finlandia: 235
Francia: 20.730
Germania: 4.554
Grecia: 391
Irlanda: 617
Italia: 5372
Lettonia: 137
Lussemburgo: 0
Malta: 75
Paesi Bassi: 6.016
Polonia: 4.739
Portogallo: 1.394
Repubblica Ceca: 8.617
Romania: 3.186
Slovacchia: 1.184
Slovenia: 365
Spagna: 12.788
Svezia: 919
Ungheria: 1.176
Regno Unito: 13.864

Commenti

Covid: verso lo stop al calcetto e alle feste private in casa
La rivolta del calcetto: "Seguiamo protocolli rigorosi, non chiudeteci"