News FdC

"Kalos 2020", il nuovo grande successo del critico d'arte Massimo Pasqualone

Un catalogo con 90 artisti da tutta Europa

03.06.2020 21:48

Due grandi critici d'arte: a sinistra Vittorio Sgarbi, a destra Massimo PasqualoneKalos 2020

di Francesco Rapino

Per le Edizioni Sigraf di Pescara, esce in questi giorni il catalogo degli artisti di Irdidestinazionearte "Kalos 2020", a cura del critico d'arte Massimo Pasqualone e con un testo in inglese di Mariagrazia Genova, referente di Irdidestinazionearte per i progetti internazionali.

Dopo lo straordinario successo di Kalos 2018, che ha visto la divulgazione del catalogo in Polonia, Belgio, Canarie, Spagna e tutta Italia e di Kalos 2019, che ha visto oltre cento presentazioni, tra cui quella al British Museum di Londra, abbiamo pensato -scrive il critico Massimo Pasqualone-  di realizzare l’edizione 2020: il catalogo, oltre alla consueta diffusione nazionale ed internazionale, vedrà una presentazione a Dubai, nell’ambito dell’Expo mondiale, ed a Fiume, capitale europea della cultura e prevede, come di consueto, una diffusione capillare tra tutti gli attori della comunità culturale.

Inoltre, una disseminazione ottimale sui mezzi di comunicazione contraddistingue il prodotto editoriale che, nelle due precedenti edizioni, ha vantato oltre 100 articoli sui mass media, sempre con il prestigioso patrocinio del Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi.

"Le pagine del catalogo -prosegue Pasqualone- si compongono di emozioni, di colori, di segni, con 90 artisti da tutta Europa, che interpretano in modo precipuo il tempo della bellezza: l’anima dell’artista si frantuma quando le emozioni della giornata si fanno dirompenti, quando il peso dei ricordi necessita di una revisione, quando l’io si trasforma in io-lirico, che attraversa i meandri della vita alla ricerca del sé.

Un’avventura, oserei dire, in regioni e ragioni sconosciute dello spirito e del pensiero, che si fa operazione artistica, attraversa e supera qualsiasi solipsismo per divenire esperienza condivisa, universale, finanche eterna.

Ogni artista, ogni esperienza poietica, infatti, assume nell’opera d’arte quel di più che gli permette di dire gli attimi ed i frammenti, persino i secondi di una vita tra le vite, in una poetica del correlativo oggettivo che esprime nel testo artistico la forza di una comprensione che si dispone con sovrapposizioni spaziali, per un tempo senza tempo ed uno spazio che oserei dire metafisico".

Questi gli artisti in catalogo: Adriana Accorroni, Tatiana Adlesic, Arcangelo Allegritti, Piera Bachiocco, Angela Barratta, Santina Bartolomei, Maria Basile, Morena Bompadre, Lucia Busacca, Rossella Caldarale, Andrea Censi, Gabriella Cesca, Giovanna Ciampaglia, Luca Clemente Cipollone, Mario Còbas, Vincenzo Corsi, Concetta Daidone, Carlo Damiani,  Gianna Danese, Carla De Cesaris, Bakita De Monte, Giuseppe Amoroso De Respinis, Carla Di Benedetto, Antonio Di Campli, Rita Di Marcantonio, Roberta Di Matteo, Cecilia Dionisi, Mario Di Paolo, Loredana Di Pietro, Raffaele Dragani, Duettando, Mimmo Emanuele, Maria Facchini, Maria Daniela Falco, Giuliana MM Fusari, Carmine Galiè, Arnaldo Gallinucci, Laura Gamberini, Leda Gardelli, Antonietta Gentile, Giovanna Gentile, Carlo Gentili, Mauro Giangrande, Susanna Giannoni, Patrizia Gianvittorio, Nicola Granata, Tiziana Gualandi, Arnaldo Ippoliti, Daniele Laudadio, Maria Angela Lensi, Eva Karmazinova, Laura Macari, Giovanna Maffei, Fausto Marganelli, Maria Luisa Marini, Matilde Menicozzi, Nik Metani, Anna Miccoli, Monica Michelotti, Domenico Milillo, Mario Monachesi, Lidia Mongiusti, Lauretta Morichi, Emidio Mozzoni, Raffaele Mucilli, Maria Luisa Panella, Carmine Persichetti, Umberto Luigi Pierantozzi, Antonella Pirozzi, Anna Polidori, Chiara Pompei, Marco Pompei, Paolo Porreca, Italo Pulcini, Paola Raspu, Patricia Mabel Rossetti, Bruno Sambenedetto, Vethan Sautour, Michela Sepe, Alenka Ana Stante, Francesco Subrani, Isabella Svezia, Ivano Tenore, Francesco Todisco, Giusy Trippetta, Patricia Vespaziani, Gabrio Vicentini, Ada Pianesi Villa, Giorgina Violoni, Antonio Zenadocchio, Gaspare Zichittella.

Massimo Pasqualone è critico d’arte e letterario, insegna Lettere in una scuola superiore di Chieti.

Ha insegnato presso l’Univ. G. d’Annunzio di Chieti, l’Univ. di Teramo, l’Issr “San Pio X” di Chieti, nei corsi di Baccalaureato collegati con la Pontificia Università Lateranense.

Ha al suo attivo oltre quattrocento pubblicazioni, consulenze scientifiche in enti pubblici e privati per la comunicazione, l’arte, la letteratura, la formazione e la cultura, giurie ed eventi in tutta Italia e in Polonia, Belgio, Svizzera, Albania, Lituania, Germania, Spagna, Austria, Portogallo, Canarie, Turchia, Repubblica di San Marino, Ungheria, Slovenia.

Attualmente, tra gli altri incarichi, è direttore dell’Enomuseo di Tollo e presiede l’Istituto per lo studio, il recupero, la valorizzazione del dialetto abruzzese e delle lingue minoritarie in Italia ed è consulente del Museo Guidi di Forte dei Marmi, dell’Archivio Lazzaro di Milano, dell’Atelier Nan Yar di Blankenberge (Belgio).

Suoi testi critici sono stati tradotti in polacco, francese, inglese, fiammingo, arabo, tedesco, spagnolo, albanese, portoghese, sloveno.

Commenti

L'amarcord di TST: Francesco Turrini, 'Taranto fu la piazza ideale per riscattarmi'
TST Web Magazine in attacco con Dionigi e Miccoli, difesa con Filippo Galli e in panchina Gianni De Biasi. E poi...