Settori Giovanili

I "figli della Cryos": in otto firmano per società professionistiche

Sulle orme di Mattia Motolese, otto atleti cresciuti nel vivaio biancoverde approdano nel professionismo. La soddisfazione della società

Matteo Schinaia
30.09.2020 23:20

Si dice spesso che il vero obiettivo di una scuola calcio non sia quello di vincere i campionati, ma di formare calciatori, da un punto di vista umano ma soprattutto sportivo.

Ed è così che la pensa la Giovani Cryos, che da anni sforna talenti che spesso si impongono anche su palcoscenici nazionali importanti.

Sono ben otto gli atleti che, nell'ultima sessione di mercato, hanno firmato un contratto con società professionistiche.

Otto atleti che, sulle orme del talentino Mattia Motolese, ormai perno della Primavera del Bologna, dopo essere cresciuti in biancoverde hanno avuto la possibilità di trasferirsi in club blasonati.

Si tratta di Cristian Pugliese difensore centrale classe 2005 riconfermato con la Virtus Francavilla anche quest'anno come Andrea Signorelli, 2003, che nel suo curriculum ha anche le esperienze a Foggia e Matera. Percorso simile per l'estremo difensore Danilo Pinto (2003) che dopo aver giocato per i satanelli e nella città dei sassi, forte della stagione nel Lecce dello scorso anno, passa quest'anno alla compagine francavillese.  Per questi tre atleti il trasferimento, così come negli anni passati, è avvenuto con la formula del prestito.

Firme importanti anche per Francesco Magnati, attaccante nato nel 2006 ed ora approdato al Bari, Cristian Guarino, esterno basso del 2006 anch'esso approdato nella squadra del capoluogo di regione, Vincenzo Marotta, portiere del 2006, appena giunto alla Virtus Francavilla, Giuseppe Bitonto, difensore centrale classe 2006, che dopo essere stato al Dribblng arriva negli anni più importanti per la sua crescita alla Cryos e per la prima volta accede al professionismo firmando sempre per la "Villa" e, infine, Michele Pulpito, attaccante del 2006, che firma per il Lecce.

"Siamo molto orgogliosi di questi ragazzi, cresciuti e a volte nati con la nostra società - sottolinea il presidente Giuseppe Lafratta - che con l’impegno e tanti sacrifici hanno coronato il sogno di approdare in una società professionistica. La Giovani Cryos crede nei ragazzi, crede nei loro sogni e cerca in ogni modo di aiutarli a realizzarli. Non promettendo nulla, ma garantendo professionalità, strutture e quel pizzico di cuore che non deve mancare mai".

 

Commenti

Eccellenza Pugliese 2020/21
Medita Festival, Premio dei Due Mari 2020 ad Amii Stewart