2a Categoria

Seconda Categoria: l’Atletico Martina vince senza affanno, la Tre Colli segue la scia, Il San Giorgio fa 9 punti in 7 giorni, ancora un pari per il Fragagnano, il Maruggio deve rigiocare

a cura di Fabrizio Izzo

26.11.2018 16:35

Immagine ZaccagniVittoria senza rischi per la capolista Atletico Martina sul campo della Civitas Conversano, 3 a 0 il finale. Prosegue costante il cammino dei martinesi che in trasferta non hanno mai avuto il fiatone, a differenza delle ultime due partite casalinghe dove si è avuta la sensazione di una certa rilassatezza rischiando contro il Ceglie e pareggiando contro il Pezze. I ragazzi di mister Lella, ieri, hanno portato a casa tre punti in modo pulito, chiaro dimostrandosi superiori agli avversari in ogni momento della gara e in ogni settore del campo. La doppietta di Camassa nei primi quarantacinque minuti di gioco ha praticamente bagnato le polveri al Conversano che, in verità, non ha mai impensierito la retroguardia martinese. Nella ripresa, con il risultato in ghiaccio, l’Atletico ha fatto pura accademia, gestione della gara e terzo goal con Massafra alla prima marcatura in biancoazzurro. La capolista conserva i tre punti di vantaggio sulla seconda in classifica e domenica prossima attende, al Tursi, l’esperto San Giorgio che sta risalendo la china e sembra in gran forma.

La Tre colli vince facile contro il Castellana, vede la salvezza sempre più vicina e intanto si mantiene nella scia della capolista Martina a meno tre punti. Primo tempo con i padroni di casa contratti e poco concreti, nonostante qualche buona opportunità. Il Castellana ne ha approfittato e, forse anche fortunosamente, ha trovato il goal del vantaggio, uno schiaffo che è valso il risveglio da parte della Tre Colli. I biancoverdi, punti nell’orgoglio, hanno reagito in modo deciso allo svantaggio e si sono catapultati nella metà campo avversaria sfiorando la rete del pareggio almeno in un paio di occasioni e trovandola prima della fine del tempo con Marotta che ha trasformato un calcio di rigore concesso per un precedente fallo su Traorè. Nella ripresa il Montemesola è entrato in campo più grintoso e convinto di fare bottino pieno, non ha concesso nulla agli avversari e si è portato in vantaggio con Traorè per poi trovare la terza e la quarta rete rispettivamente con Trani e Marangione, chiudendo lo score sul 4 a 1. Un Montemesola che ha avuto bisogno di una doccia fredda prima di carburare ma che ha poi dimostrato effettivamente il suo valore che rispecchia, senza dubbio, la posizione di classifica.

Il San Giorgio vince la terza partita in sette giorni e si porta a 15 punti in classifica. Dopo la vittoria esterna, nel recupero infrasettimanale contro il Pezze, batte anche Santa Rita di San Vito dei Normanni, in casa, e scala la classifica scavalcando il Fragagnano e posizionandosi al quarto posto in solitario. Vantaggio dei padroni di casa al 16° minuto con Catapano alla prima rete stagionale dopo diversi anni di assenza dai campi da gioco, raddoppio dei gialloblu appena 6 minuti più tardi con Bardoscia e fine primo tempo. Nella ripresa, al primo minuto, ancora Bardoscia triplica per i sangiorgesi e risultato in cassaforte. Il San Giorgio a il risultato acquisito ha gestito la gara concedendo, però, al 77° la rete di Mazzoni che ha accorciato le distanze. Sul 3 a 1 i gialloblu hanno perso un po’ di smalto e di intesità, di contro gli avversari, in fiducia, hanno spinto leggermente di più trovando, nel secondo minuto di recupero, la rete del 3 a 2 mettendo ansia ai gialloblu che sono comunque riusciti a portare in porto la partita. Bene così per il San Giorgio che sembra attraversare un buon momento e domenica prossima andrà a fare visita alla capolista Martina.

Pareggio a reti inviolate tra Fragagnano e Ceglie, un punto per uno che muove la classifica ma che serve più ai tarantini che ai brindisini. Partita condizionata dal cattivo tempo e portata a termine solo perchè giocata nella nuovissima struttura sportiva cegliese. Primo tempo sostanzialmente equilibrato con gli ospiti che hanno reclamato per un goal annullato a Fatty per un presunto fallo di mano. Nella ripresa i padroni di casa hanno aumentato la pressione e approfittato di alcune indecisioni della retroguardia del Fragagnano. Il Ceglie ha costruito diverse azioni interessanti sventate puntualmente dal portiere biancoverde Spina, davvero in giornata. Intorno alla metà del secondo tempo l’occasione più ghiotta per il Ceglie, l’arbitro indica il dischetto del rigore per una spinta di Landing in area che Spina, da 10 e lode, riesce a neutralizzare. Dopo il penalty sbagliato il Ceglie ha proseguito a spingere concedendo almeno un paio di ripartenze al Fragagnano che anche in superiorità numerica non è riuscito a concretizzare. Un pari che non grida allo scandalo e che ha visto affrontarsi due squadre ben attrezzate con elementi di valore.

Atletico Pezze – Virtus Maruggio sospesa per impraticabilità di campo sul risultato di 1 a 0 per i padroni di casa.

Commenti

Allievi Regionali, Taranto ko. Stante: “Complimenti alla Real Virtus Grottaglie”
Sanificazione contro la diffusione di blatte, ratti e insetti nocivi, Buonocunto: "Vi spiego chi può operare in questo settore"