News CT

Angelo Passaro, un'altra collaborazione di successo

08.05.2018 22:47

In molti considerano merce rara il suo sapere calcistico, frutto di capacità non comuni che spaziano dall’area
tecnica alla giustizia sportiva. Quest’ anno ad avvalersi della sua consulenza è stato il Potenza Calcio 
approdato in serie C. Riservato e restio ai riflettori, Angelo Passaro commenta la stagione e la sua passione per le vicende calcistiche:
-I segreti di questo Potenza? Il rapporto con Mister Ragno...
“I segreti sono l’entusiasmo e la straordinaria virtù di gestire i momenti critici da parte del Presidente Caiata, un tecnico top come Nicola Ragno, un gruppo molto professionale di calciatori e un pubblico appassionato e numerosissimo. Il mio rapporto con l’allenatore di Molfetta è di grande stima reciproca: sa programmare come nessuno ogni cosa nei minimi dettagli, lo definisco l’imperatore illuminato, perché sa mettere tutti d’accordo. Viene naturale rispettare e seguire le sue idee”.
-Delle tante stagioni condite da successi, quale ricordi con maggiore piacere?
”Probabilmente l’ultima, perché  uno sportivo non deve mai dormire sugli allori, ma sono affezionato a 
quelle vissute con la Virtus Francavilla, come collaboratore del Presidente Magrì, dell’allora direttore 
Donatiello e tecnico Calabro; e al doppio salto di categoria dalla C alla A della Vis Francavilla di Patron 
Mino Distante nel calcio femminile, ma tante altre stagioni sono state ricche di gratificazioni professionali e 
umane”.
-Progetti futuri...
“Contribuire al percorso di carriera di qualche giovane calciatore dell’area ionico-salentina”
-Che ricordi hai e cosa puoi dirci della “piazza” di Taranto?
“E’ una piazza dalle immense potenzialità. Conosco personalmente Michele Cazzarò e lo apprezzo molto 
come allenatore e come persona. Quest’anno ho seguito Taranto – Cerignola e Taranto – Cavese e, come 
tutti i presenti, ho vissuto l’esperienza contagiosa del boato dello Iacovone ai gol di Favetta e Diakite con i 
foggiani e alla doppietta di Ancora con i campani. In passato, invece, ho avuto il piacere di rapportarmi in 
qualche circostanza con il Presidente Nardoni, nelle varie corse contro il tempo nel primissimo periodo del 
dopo D’Addario e di svolgere con successo qualche consulenza di giustizia sportiva per conto della Dottoressa Zelatore”.

Commenti

Prima Categoria: il Norba Conversano si laurea campione. Domenica prossima le semifinali play-off e la finale play-out
Sava, Caforio: "All'80% l'anno prossimo saremo ancora in Promozione"